Tesori d’archivio: un account Instagram che vende libri d’arte e design fuori catalogo

Scozzese ma ormai da anni londinese d’adozione, nonché autore dell’identità visiva del prestigioso Sundance Festival, il designer Callin Mackintosh lavora da tre anni nello studio Lowrie, del quale è co-fondatore.
Come la maggior parte dei suoi colleghi, Mackintosh è continuamente a caccia di libri di progettazione grafica, tipografia e arte, e col tempo ha messo in piedi una notevole collezione, che spazia dai saggi ai cataloghi, dalle fanzine alle riviste, dai poster agli specimen tipografici, che si procura un po’ ovunque: mercatini, svendite, siti specializzati e biblioteche che si liberano dei vecchi testi.

Nel 2017, probabilmente dopo essersi reso conto di essere a corto di scaffali, Mackintosh ha aperto un account Instagram attraverso il quale vende alcuni dei suoi tesori. «L’obiettivo è quello di riportare questi importanti libri nelle mani giuste, per ispirare ed educare una nuova generazione di designer», spiega.

Out of Print Books, il suo archivio-libreria dell’usato, pubblica diverse foto per ciascun esemplare. Gli acquisti si fanno via PayPal, accordandosi con il designer tramite messaggio.
I volumi vanno via piuttosto in fretta, ma ci sono ancora alcune chicche disponibili — ad esempio il libro Pubblicità in Italia. 1959-60, Space Graphics di Takenobu Igarashi, una monografia del 1986 della MIT Press sul Bauhaus — e, anche per chi non fosse interessato ad acquistare, l’account rimane uno splendido archivio di consultare.

(fonte: instagram.com/outofprintbooks)
(fonte: instagram.com/outofprintbooks)
(fonte: instagram.com/outofprintbooks)
(fonte: instagram.com/outofprintbooks)
Altre storie
Il posto giusto per… L’intervento di arte pubblica di Graphic Days a Settimo Torinese