Passare ore davanti a cose belle e gratis? La nostra rubrica Tesori d'archivio è la soluzione.

Sex and Horror: un libro dedicato all’arte di Fernando Carcupino

Quasi quattro anni fa, la casa editrice britannica Korero Press ha intrapreso un’opera di ricerca e di valorizzazione di quei grandi professionisti dell’illustrazione commerciale che, in qualità di copertinisti, hanno dato un’identità visiva ben precisa a una stagione del fumetto italiano tanto poco considerata dalla critica quanto invece di enorme successo tra il grande pubblico: quella del fumetto sexy.

Nata e sviluppatasi principalmente negli anni ’60 e ’70 attorno a due case editrici ben precise, la Edifumetto (definita da Magnus, che ci lavorò, come «una specie di legione straniera dei disegnatori italiani»1) e la concorrente e rivale Ediperiodici, questa nicchia editoriale — che tanto nicchia non era, visti i numeri che oggi farebbero sognare qualsiasi testata, a fumetti e non — portava in edicola titoli come Il Vampiro presenta, Zora, Candida la Marchesa, I sanguinari, Fiabe proibite, Sexy favole, Tabù, Il tromba, Karzan, Vipera bionda, Cimiteria, con storie che mettevano assieme horror e soft-porno, grottesco ed erotismo, fumetto nero e versioni per adulti di fiabe classiche.

Tavola tratta da “Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino”, Korero Press, febbraio 2020 (courtesy: Korero Press)
Tavola tratta da “Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino”, Korero Press, febbraio 2020 (courtesy: Korero Press)

Ad illustrarne le copertine erano artisti di grandi capacità tecniche ed espressive, che in questi ultimi anni Korero sta riscoprendo attraverso la pubblicazione di una piccola collana di volumi monografici intitolata Sex and Horror.
Dopo le prime due uscite, una dedicata ad Alessandro Biffignandi e una ad Emanuele Taglietti è appena uscito un terzo libro, che ha come protagonista Fernando Carcupino.

Fernando Carcupino (courtesy: Korero Press)

Classe 1922, nato a Napoli da famiglia Milanese, Carcupino ha esordito da giovanissimo con delle vignette umoristiche pubblicate sul settimanale di satira Settebello, per poi collaborare, subito dopo la guerra, con la seminale rivista a fumetto Asso di Picche, entrando a far parte di quello che oggi viene ricordato come il Gruppo di Venezia, formato da giganti come Hugo Pratt, Dino Battaglia, Damiano Damiani, Alberto Ongaro e, appunto, Carcupino.
Tra gli anni ’50 e ’70 prestò le sue matite e i suoi pennelli a riviste come Epoca e Grazia (per le illustrazioni dei romanzi a puntate di Simenon con le storie di Maigret), realizzando molte copertine per le testate di Edifumetto — che sono poi gran parte del materiale raccolto nel libro pubblicato da Korero.

“Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino”, Korero Press, febbraio 2020 (courtesy: Korero Press)

Oltremodo eclettico, Carcupino ebbe modo di lavorare anche nell’animazione (partecipò alla realizzazione di una pietra miliare del cinema animato come La Rosa di Bagdad), disegnò per il celeberrimo Calendario di Frate Indovino e, a partire dagli anni ’70 e fino alla sua morte, nel 2003, si diede soprattutto alla pittura.

Il volume Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino è stato realizzato con il supporto di Nicola D’Agostino, grafico, traduttore e giornalista, che ha co-curato la pubblicazione occupandosi della fase di ricerca e verifica dei dati e lavorando a stretto contatto con le due figlie dell’artista, Marcella e Stefania.
«La prima cura l’archivio iconografico di famiglia e oltre agli originali ha fornito alcune riviste dell’epoca (altre le ho procurate io, andando a caccia su eBay). La seconda ha curato le note biografiche con me, scritto un avvincente ricordo del padre, e ha fatto da liaison con vari storici, critici ed appassionati di Carcupino, in primis Ferruccio Giromini, che ha firmato la prefazione», mi ha spiegato D’Agostino.

Il libro, 176 pagine, si può acquistare sul sito di Korero Press oppure su Amazon.

“Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino”, Korero Press, febbraio 2020 (courtesy: Korero Press)
“Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino”, Korero Press, febbraio 2020 (courtesy: Korero Press)
“Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino”, Korero Press, febbraio 2020 (courtesy: Korero Press)
“Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino”, Korero Press, febbraio 2020 (courtesy: Korero Press)
“Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino”, Korero Press, febbraio 2020 (courtesy: Korero Press)
Tavola tratta da “Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino”, Korero Press, febbraio 2020 (courtesy: Korero Press)
Tavola tratta da “Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino”, Korero Press, febbraio 2020 (courtesy: Korero Press)
Tavola tratta da “Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino”, Korero Press, febbraio 2020 (courtesy: Korero Press)
Tavola tratta da “Sex and Horror: The Art of Fernando Carcupino”, Korero Press, febbraio 2020 (courtesy: Korero Press)
Altre storie
La rivista illustrata di cinema Beneficial Shock dedica il quarto numero alla guerra (e alla pace)