Appunti: 10 anni di attività di Tellas in 180 disegni e 34 note

Nata nel 2018, Press Press è la costola editoriale di Spazio Florida, studio di serigrafia, incisione e risografia di base a Milano.
Oltre a poster, fanzine e magliette, opera di alcuni tra i più interessanti illustratori e artisti visivi italiani (Sarah Mazzetti, Nicola Alessandrini, Robi Afano, Fulvia Monguzzi, Alberto Fiocco, Valerio Vidali, Giacomo Bagnara, Michele Galluzzo, Andrea De Franco, Ruggero Asnago, Cane Morto, Solomostry) e non, Press Press si sta anche specializzando nella pubblicazione di libri che offrono una visione — chiamiamola così — laterale dell’opera di alcuni grandi nomi dell’arte urbana.

Si tratta di vere e proprie retrospettive in formato libro, che tuttavia lasciano fuori le opere principali per focalizzarsi su quello che le precede, cioè gli appunti, le note, gli schizzi.
Il primo volume, che uscì nel novembre del 2018 e del quale parlai qui su Frizzifrizzi, si intitolava 108 – In transito ed era dedicato agli appunti e ai sogni fatti in treno da Guido Bisagni, in arte 108, nel corso di dieci anni.

Dieci anni sono anche il ventaglio temporale all’interno del quale si sviluppa il secondo volume, pubblicato a novembre 2019. Stavolta, però, non ci sono treni ma note e disegni, vergati dalla mano di Fabio Schirru, meglio conosciuto come Tellas.

Con un nome che deriva dall’antico termine sardo1 con cui si indicavano le pietre — pietre che sono anche tra i suoi soggetti preferiti — Tellas è riconosciuto a livello mondiale come uno tra gli autori di punta della sua generazione, costantemente alle prese con nuove sperimentazioni, siano esse sui muri, tra le pareti di una galleria, attraverso installazioni, stampe e cortometraggi.

Quello dell’appunto è un momento cruciale nel lavoro di Tellas, che prima di mettersi a lavorare su un muro — a Bologna come a Palermo, in Svezia come in India, in Francia, in Polonia, in Olanda o in Australia — è solito passeggiare per scoprire e capire il luogo, prendendo nota di colori ed elementi naturali e artificiali, buttando giù le impressioni prima ancora di annotare le idee.

Tellas – Appunti raccoglie 180 disegni e 34 note, prodotte tra il 2010 e il 2019 e introdotte da un testo dell’amico e collega Robi Alfano.
Stampato in risograph e serigrafia su carta Favini (si tratta di carta ecosostenibile da riuso creativo di scarti tessili di lana) presso Spazio Florida, il libro è uscito in sole 300 copie numerate e si può acquistare online.

Tellas, “Appunti”, Press Press, novembre 2019 (courtesy: Press Press)
Tellas, “Appunti”, Press Press, novembre 2019 (courtesy: Press Press)
Tellas, “Appunti”, Press Press, novembre 2019 (courtesy: Press Press)
Tellas, “Appunti”, Press Press, novembre 2019 (courtesy: Press Press)
Tellas, “Appunti”, Press Press, novembre 2019 (courtesy: Press Press)
Tellas, “Appunti”, Press Press, novembre 2019 (courtesy: Press Press)
Tellas, “Appunti”, Press Press, novembre 2019 (courtesy: Press Press)
Tellas, “Appunti”, Press Press, novembre 2019 (courtesy: Press Press)
Tellas, “Appunti”, Press Press, novembre 2019 (courtesy: Press Press)
Tellas, “Appunti”, Press Press, novembre 2019 (courtesy: Press Press)
Tellas, “Appunti”, Press Press, novembre 2019 (courtesy: Press Press)
Altre storie
Diverbi Di Verbi: il primo libro dei Bisticci di Federico Demartini, stampato in letterpress