Passare ore davanti a cose belle e gratis? La nostra rubrica Tesori d'archivio è la soluzione.

Ice Formations, i mutevoli pattern di ghiaccio di Ryota Kajita

I più informati sui cambiamenti climatici sapranno che si fa un gran parlare di anidride carbonica, ma che a creare non pochi danni al pianeta in realtà c’è anche il metano. Questo poco simpatico gas ha un’unica caratteristica dalla sua parte: quando presente nell’acqua, e quando questa si ghiaccia, forma sulla superficie dei bizzarri pattern che incuriosiscono non solo gli studiosi, ma anche fotografi appassionati, come Ryota Kaji Kajita.

Esplorando le regioni interne dell’Alaska, dove ha passato una buona parte della sua vita, Ryota ha raccolto numerosi scatti di queste mutevoli creazioni naturali, dando vita alla serie Ice Formations.
Nelle sue fotografie, la natura si mostra allo stesso tempo complessa e in continuo mutamento: ogni immagine che Ryota ci mostra, ottenuta utilizzando una macchina fotografica analogica e pellicola in bianco e nero, è solo un momento dei suoi processi meno visibili, un attimo che con il passare delle stagioni si dissolverà e prenderà poi altra forma.

Il suo è un mettere una lente di ingrandimento sui dettagli che non osserviamo, piuttosto calpestiamo, e ricongiungerci ad una natura che si è sempre tenuta in disparte. Una sconosciuta che ci mostra lati di sé che non pensavamo potessero appartenerle e che sembrano provenire da un pianeta diverso o una versione futura di quello che stiamo costruendo.

Ryota Kaji Kajita, “Ice Formations” (courtesy: Ryota Kaji Kajita)
Ryota Kaji Kajita, “Ice Formations” (courtesy: Ryota Kaji Kajita)
Ryota Kaji Kajita, “Ice Formations” (courtesy: Ryota Kaji Kajita)
Ryota Kaji Kajita, “Ice Formations” (courtesy: Ryota Kaji Kajita)
Ryota Kaji Kajita, “Ice Formations” (courtesy: Ryota Kaji Kajita)
Ryota Kaji Kajita, “Ice Formations” (courtesy: Ryota Kaji Kajita)
Ryota Kaji Kajita, “Ice Formations” (courtesy: Ryota Kaji Kajita)
contributor

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Altre storie
Pyongyang: la “città modello” dove realtà è finzione si sovrappongono