Una scalata degli anni ’30 dentro a un libro pop-up: la nuova opera di Libri Finti Clandestini

Dentro ai libri — lo sappiamo tutti — si possono vivere altre, infinite vite.
I libri ti portano su altri pianeti o al centro della terra, in nave e in sommergibile, sott’acqua o in cima alle montagne più alte.
In questo caso, però, non lo fanno solo metaforicamente, attraverso la storia: tra le pagine ci sono davvero delle montagne, o meglio: le pagine sono montagne da scalare, come quelle che si nascondono nella nuova opera del collettivo milanese Libri Finti Clandestini, capace di creare magnifici volumi, assolutamente unici, a partire da elementi di scarto come vecchie carte da parati, sacchetti alimentari, prove di tipografia e poster.

Intitolato NORDWAND – A 30s Epic Adventure, è un libro pop up sperimentale, creato in omaggio alle eroiche scalate degli alpinisti che — negli anni ’30 del Novecento — provarono a conquistare la parete nord dell’Eiger, cima delle alpi bernesi che a quell’epoca è diventata un vero e proprio cimitero di scalatori.

Libri Finti Clandestini, “NORDWAND – A 30s Epic Adventure”, 2019 (courtesy: Libri Finti Clantestini)

«Il volume è stato realizzato sulla base di una Concertina Cilena, tipologia di libro inventata da Libri Finti Clandestini (variante del classico libro a fisarmonica, anche chiamato Leporello, in cui un foglio di carta viene piegato a distanze uguali e parallele per poter essere ripiegato su se stesso). In questo manufatto la particolarità sta nel fatto che il libro da chiuso si presenta come un classico tomo; una volta aperto, invece, assume una forma bizzarra, pagina dopo pagina, uno zig zag di pieghe che danno vita a uno scenario complesso. Fondamentale è infatti il rapporto contenuto-forma del libro: la carta (un pezzo unico piegato decine e decine di volte e dunque rifilato ai lati) diventa una montagna in cui minuscoli scalatori (uniti saldamente da un unico filo di 2,15 metri che percorre tutte il libro), voltando le pagine, giungono al punto più alto della struttura, conquistandone la vetta», spiegano i ragazzi del collettivo.

La carta, com’è nello spirito di Libri Finti Clandestini, è stata recuperata in uno stabilimento tipografico vicino Verona. La tela che ricopre la copertina viene invece da una legatoria milanese, mentre gli scalatori sono stati presi da vecchie enciclopedie e libri sull’alpinismo, poi scansionati e ritagliati.

Libri Finti Clandestini, “NORDWAND – A 30s Epic Adventure”, 2019 (courtesy: Libri Finti Clantestini)

Il libro — 12 pagine in totale più le sguardie, dove si trovano altri due libriccini rilegati con filo rosso contenenti le informazioni sul progetto — è stato realizzato per il concorso Swiss Original – Handmade Creative Project, lanciato dal consorzio Emmentaler AOP, e sarà in mostra dal 13 al 17 novembre, insieme ad altre 99 opere, presso l’Overstudio, in via dell’Aprica 12 a Milano.
L’inaugurazione è prevista per il 12 novembre alle 19,30.

Il video è opera di Mike Balbo (2m to M Studio), su sceneggiatura di Tanguy Bombonera.
La musica è Cavalcata, di RikyBoy.

Libri Finti Clandestini, “NORDWAND – A 30s Epic Adventure”, 2019 (courtesy: Libri Finti Clantestini)
Libri Finti Clandestini, “NORDWAND – A 30s Epic Adventure”, 2019 (courtesy: Libri Finti Clantestini)
Libri Finti Clandestini, “NORDWAND – A 30s Epic Adventure”, 2019 (courtesy: Libri Finti Clantestini)
Altre storie
Le infrastrutture diventano pattern nelle illustrazioni di Paul Hallows