Dreams of New York: la “street photography” di Google Earth

In un lungo articolo pubblicato sul suo sito nel 2013, il fotografo Eric Kim stilò un elenco di quelle che secondo lui erano le regole fondamentali per la street photography, imparate studiando l’opera di colui che viene unanimemente riconosciuto come uno dei pionieri e grandi maestri del genere: William Klein.

Sorprendentemente — ma forse neanche tanto — molti dei 10 punti sottolineati da Kim si possono benissimo ritrovare in alcune delle opere del più prolifico autore di street photography mai esistito. Un autore che non ha studiato fotografia, riesce a essere in più posti contemporaneamente, non invecchia e, a dirla tutta, non è neppure umano: Google, che attraverso Google Earth ha fotografato e continua a fotografare praticamente ogni strada del pianeta.

Tieni un diario fotografico; vai contro il buon senso (cioè sfida i tabù di tecnica e composizione, usando a tuo favore grana, sfocato, contrasti troppo accentuati, imprevisti); persegui un punto di vista etnografico; interagisci con i tuoi soggetti; non preoccuparti dell’attrezzatura; non preoccuparti della tecnica: sono tutti principi che, involontariamente, si applicano agli scatti realizzati dal 2007 a oggi dalle fotocamere applicate sulle Google Cars che girano il mondo.

“Man with Arms in Air – Tremont”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“Man with Headphones Sitting on Bus – Concourse”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)

Basta esplorare un po’ all’interno dell’applicazione per rendersene conto, ma è ancora più evidente grazie a un progetto nato dall’idea di Tanner Woodbury e Nikolos Killian, fondatori dello studio di design Forth + Back, di base a Los Angeles.
Innamorati della East Coast, e soprattutto di New York, Woodbury e Killian hanno incominciato, nel 2017, a girare virtualmente per le strade della Grande Mela con Google Earth.

«Dopo innumerevoli viaggi digitali in questo strano paesaggio meraviglioso, ci siamo resi conto che stava accadendo qualcosa di speciale che volevano condividere con il mondo», spiegano i due, che negli anni hanno raccolto una lunga serie di immagini, virate poi in bianco e nero e confluite nel progetto Dreams of New York.

“Graffiti on Fire Escapes – Bedford-Stuyvesant”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)

Quello di Woodbury e Killian non è il primo né sarà certamente l’ultimo progetto fotografico sviluppato con le applicazioni di Google, ma è particolarmente interessante perché dimostra sia le enormi potenzialità del mezzo sia come questo — unito alla sensibilità di chi opera la scelta — possa tradursi in arte.

Dreams of New York si divide in cinque sezioni, ciascuna dedicata a uno dei boroughs della metropoli — Manhattan, Brooklyn, Queens, The Bronx e Staten Island — e mette insieme scatti normali ed elaborazioni digitali nelle quali i soggetti vengono isolati dal contesto. La giustapposizione tra i due tipi di foto rende il tutto ancora più interessante, surreale e poetico, e lo si vede in particolar modo nell’editing fatto per il libro (purtroppo ormai esaurito) che è stato realizzato per il progetto, e nel profilo Instagram creato per l’occasione.

“Old Man Fishing Off Pier – Coney Island”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“Boy with Bag on Bike – Greenpoint”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“Parachute Jump – Coney Island”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“Woman with Umbrella Entering Building – Bowery”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“Steam Rising in Front of Building – Koreatown”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“Three American Flags Waiving – Chelsea”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“NY 99 Cent Store – Richmond Hill”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“Con Edison Smoke Stacks – Dutch Kills”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“Man in Jordans Doing Pull-Ups – Astoria”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“Construction Worker Holding Sign – St. George”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“Clouds Moving Over Houses – New Brighton”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“Man Flipping Off Camera – Concourse”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
“Shirtless Man on Bicycle Flexing Bicept – Greenpoint”, Dreams of New York (courtesy: Forth + Back)
Altre storie
Flickr/Week(r) | XX antologia di fotografia erotica