Magnum Photos, “D’Ici – From Here”, maggio 2019 (fonte: newspaperclub.com)

Esilio, repressione e resistenza in un free press di Magnum Photos

Il 3 maggio del 1991, durante un seminario dell’Unesco organizzato a Windhoek, in Namibia, le principali testate giornalistiche africane redassero un documento sulla libertà di stampa, la cosiddetta Dichiarazione di Windhoek, adottato poi in ogni parte del mondo.
Due anni dopo, nel 1993, proprio il 3 maggio è stato scelto dalle Nazioni Unite come data per la Giornata mondiale della libertà di stampa, che da allora coincide con iniziative di sensibilizzazione e discussione, tra cui una conferenza organizzata ogni volta in un paese differente e su un tema specifico (nel 2019 il luogo scelto è stato Addis Abeba, in Etiopia, e l’argomento, attualissimo, era Giornalismo ed elezioni in tempi di disinformazione).

Quest’anno, in occasione del 3 maggio, la storica agenzia fotografica Magnum ha allestito una mostra in Francia, presso l’Hôtel de Ville, il municipio di Parigi (la Francia, per la cronaca, è al 32° posto nell’indice mondiale della libertà di stampa stilato ogni anno da Reporters without Borders. Noi siamo 43°, dopo Taiwan e prima del Botswana. Al primo c’è la Norvegia e all’ultimo il Turkmenistan).

Magnum Photos, “D’Ici – From Here”, maggio 2019 (fonte: newspaperclub.com)

Intitolata D’Ici – From Here, la mostra ha messo insieme le immagini di alcuni dei fotografi dell’agenzia con i testi scritti da una serie di giornalisti rifugiati che ora vivono in Francia, supportati dall’organizzazione non governativa Maison Des Journalistes, che aiuta i giornalisti obbligati a lasciare il loro paese a causa delle repressione e della persecuzione.

Proprio attorno a repressione, censura, imprigionamento, esilio e difficoltà ad adattarsi a un luogo nuovo ruotano gli scritti e le immagini, che sono anche stati pubblicati in un free press, distribuito gratuitamente e realizzato in collaborazione con Newspaper Club, realtà di cui ho già parlato in passato e che si occupa di stampare nei formati e con la carta da quotidiano.

Il giornale, intitolato come la mostra, si può scaricare gratuitamente in pdf, sia in versione inglese che francese.

Altre storie
La natura nelle foto di Martha Never