Barbara Dziadosz, “Stamp Bugs”, Princeton Architectural Press, marzo 2019 (fonte: behance.net)

Stamp Bugs: i timbri per disegnare insetti

Per chi si è già macchiato i polpastrelli creando colorati giardini fioriti con l’apposito set di timbri prodotto da Princeton Architectural Press, ora può divertirsi a riempire quelle isole fiorite apparse su fogli o pagine di quaderno con degli esserini altrettanto variopinti: gli insetti.

L’editore americano ha infatti chiesto all’artista polacca Barbara Dziadosz di realizzare una serie di timbri a tema entomologico: Stamp Bugs.
Il principio è il medesimo di quello utilizzato per i fiori: la modularità. Sono 25 le forme differenti, che propongono diverse tipologie di zampette, antenne, ali, teste, toraci e addomi, dando a chiunque la possibilità di creare un numero incredibile di combinazioni e di dar vita, con l’immaginazione, a specie mai viste prima.

Barbara Dziadosz, “Stamp Bugs”, Princeton Architectural Press, marzo 2019
(fonte: behance.net)

Di base in Germania, Dziadosz vive a lavora ad Amburgo, dove ha studiato illustrazione presso l’Università di Scienze Applicate. Grande appassionata di tecniche di stampa, nei suoi lavori usa spesso serigrafia e timbri. Insieme al marito ha anche un piccolo marchio di cancelleria: Jung wie alt.

Stamp Bugs non è ancora uscito ma sul sito di Princeton Architectural Press si può lasciare la propria mail per essere avvertiti quando si potrà pre-ordinare o acquistare.

Barbara Dziadosz, “Stamp Bugs”, Princeton Architectural Press, marzo 2019
(fonte: behance.net)
Barbara Dziadosz, “Stamp Bugs”, Princeton Architectural Press, marzo 2019
(fonte: behance.net)
Barbara Dziadosz, “Stamp Bugs”, Princeton Architectural Press, marzo 2019
(fonte: behance.net)
Altre storie
Riccardo Guasco illustra le opere della nuova stagione del Teatro Comunale di Bologna