M.O.L.L.A. n.3, gennaio 2019 (courtesy: BEKKO)

Il terzo numero di M.O.L.L.A., il magazine per bambini molleggiati, è dedicato alle frontiere

In passato ho già parlato di M.O.L.L.A., uno splendido progetto editoriale indipendente che, nel suo piccolo, con poche risorse ma tanta, tanta energia e intelligenza, prova a coprire un gigantesco spazio vuoto, quello dell’editoria periodica per bambini, che da anni ha ben poco da offrire a parte i giornalini che ruotano attorno ai franchise dei personaggi delle serie animate e delle linee di giocattoli.

Prodotto dall’associazione culturale friulana BEKKO — nata poco più di due anni fa grazie alle idee e alla volontà di Martina Paderni, Cecilia Cappelli, Caterina Di Paolo ed Elena Guglielmotti — M.O.L.L.A. è l’acronimo di Magazine Onnivoro di Lapis e Linguacce Argute, titolo che rende benissimo l’idea dell’atmosfera che si respira tra le pagine della rivista, che in ciascun numero va affrontare un tema complesso semplificandolo (senza però banalizzarlo) attraverso giochi, fumetti, racconti illustrati, articoli, storie e rubriche.

M.O.L.L.A. n.3, gennaio 2019
(courtesy: BEKKO)

Dopo la città e il futuro, argomenti protagonisti delle prime due uscite, il nuovo numero parla di un concetto vecchio come il mondo ma attuale come non mai, in un mondo in cui si innalzano muri e reticolati, si ritirano passaporti, si chiudono i porti alle navi e si allestiscono campi per i profughi: quello della frontiera.

«Come nascono i confini? Oltre a quelli geografici ne esistono altri, magari interiori? Abbiamo preso un biglietto immaginario e siamo partiti per un viaggio. Il modo migliore di… superare le frontiere!», c’è scritto nel piccolo editoriale che apre M.O.L.L.A. n.3, e introduce a un coloratissimo cammino, pagina dopo pagina, tra tra uccelli migratori, bambini e bambine che si scambiano i vestiti, un pianeta del futuro con un governatore che assomiglia molto a quelli che purtroppo conosciamo bene nel presente, frontiere da superare con la fantasia, un approfondimento sulle lingue minoritarie, e tanti altri contenuti che — nel panorama (sub)culturale odierno — non guasterebbe se venissero letti e giocati anche da qualche adulto.

M.O.L.L.A. si acquista online.
Oltre a Martina, Cecilia, Caterina ed Elena di BEKKO hanno partecipato a questo numero anche Lia Tuia, Nicola Giorgio, Irene Coletto, Marianna Coppo, Alessandra Belloni, Noemi Vola, Gianluca Morozzi e — lo annuncio con una piccola nota d’orgoglio — anche io, che ho avuto l’onore di curare una rubrichetta di libri e film (e non solo).

M.O.L.L.A. n.3, gennaio 2019
(courtesy: BEKKO)
M.O.L.L.A. n.3, gennaio 2019
(courtesy: BEKKO)
M.O.L.L.A. n.3, gennaio 2019
(courtesy: BEKKO)
M.O.L.L.A. n.3, gennaio 2019
(courtesy: BEKKO)
M.O.L.L.A. n.3, gennaio 2019
(courtesy: BEKKO)
M.O.L.L.A. n.3, gennaio 2019
(courtesy: BEKKO)
Altre storie
LOVE: l’amore di Camilla Falsini, tra Milano, Fidenza e una collezione di foulard