Il bozzolo è un nido ma è anche un vestito. Il bozzolo protegge, il bozzolo incuba, il bozzola cela, nascondendo agli sguardi estranei il processo cruciale della metamorfosi. L’insetto, quando è pronto, si spoglia e ne esce trasformato.

Il fotografo americano Peter Steinhauer l’ha scelto come metafora e titolo — Cocoons — di una serie di opere che porta avanti da anni, e che ha come soggetto le intricatissime (e spesso altrettanto pericolose) impalcature in bambù tipiche di Hong Kong, dove si costruisce, ristruttura e demolisce utilizzando questo procedimento fin dai primi dell’800, e non soltanto per piccoli edifici ma anche per imponenti palazzoni di decine di piani.

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Drappeggiate di teli e imperfette, tali impalcature assomigliano appunto a dei giganteschi bozzoli, e come questi proteggono e nascondono la metaforfosi in atto, che si concluderà poi con un nuovo edificio o con una facciata totalmente rinnovata, oppure con uno spazio vuoto laddove ce n’era uno pieno.
«Il nostro palazzo è stato abbozzolato per sette mesi e sembrava davvero di vivere dentro a un bozzolo, dato che tutto, dentro all’appartamento, aveva preso una tonalità di verde scuro», racconta Steinhauer, che è originario del Colorado ma che vive in Asia da molti anni.

Le prime foto di palazzi inscatolati nel bambù le ha scattate negli anni ’90, inizialmente pensando che si trattasse di un’opera di Christo. Quando poi, nel 2007, il fotografo si è trasferito ad Hong Kong con tutta la famiglia, il progetto è diventato una serie a sé stante, che di recente è anche finita in un libro, pubblicato dalla powerHouse Books.

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”, powerHouse Books, novembre 2018
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”, powerHouse Books, novembre 2018
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”, powerHouse Books, novembre 2018
(fonte: petersteinhauer.com)

Peter Steinhauer, “Cocoons”, powerHouse Books, novembre 2018
(fonte: petersteinhauer.com)

Impalcature come bozzoli: i “Cocoon” di Peter Steinhauer