«L’acqua trasporta, cancella e non ci si può bagnare due volte nella stessa acqua» scrive Eduard Limonov nella premessa al suo Libro dell’acqua, che, dice, «si sarebbe potuto chiamare anche Libro del tempo. Infatti parla del tempo. Ma ho preferito l’acqua».

Acqua che dello scorrere del tempo e dei mutamenti, dopotutto, è anche un simbolo. Oltre che di vita, purezza, pazienza, potenza, indomabilità, rigenerazione — e potrei andare avanti per pagine e pagine, tanto è vasto il tema.
Dal Brahmanda, l’Uovo del mondo degli induisti, covato sulla superficie delle acque, all’Ovidio dell’«Eppure la molle acqua scava la dura pietra» e dello specchio d’acqua che fece innamorare Narciso della sua immagine riflessa. Dalle «Chiare, fresche et dolci acque / ove le belle membra / pose colei che sola a me par donna» di Petrarca al «Siamo fatti per il 90% di acqua» di Di Maio. Dalle guerre — presenti e future — per l’acqua, alla ricerca di acqua su Marte, quello strano liquido, come lo definisce Bill Bryon in Breve storia di quasi tutto, che «è senza forma e trasparente, eppure noi aneliamo a starci vicino. Non ha nessun sapore, eppure amiamo il suo gusto. Percorriamo grandi distanze e paghiamo piccole fortune per vederla illuminata dal sole. E anche se sappiamo che è pericolosa e che è causa di annegamento per decine di migliaia di persone ogni anno, proprio non riusciamo a evitare di giocarci dentro».

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Protagonista delle alte e basse maree della storia della vita e della cultura umana, l’acqua è anche l’oggetto d’indagineWater Journal, che idealmente utilizza questo fluido vitale per spostarsi tra luoghi e temi.

Fondata nel 2016 da Edvinas Bruzas, designer freelance di base a Londra, e inizialmente finanziata attraverso una campagna di crowdfunding su Kickstarter, Water Journal celebra la complessità dell’acqua e dunque della vita, parlando di viaggi e di arte, di popoli e di prodotti, di mari, fiumi, piscine, terre bagnate dagli oceani, acqua che scorre, acqua che ispira, attrae.
Quattro numeri già all’attivo, il quinto è in uscita a dicembre.

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal n.5, dicembre 2018
(fonte: waterjournal.co)

Water Journal: partire dall’acqua per parlare delle meraviglie della vita e del mondo