Frizzifrizzi è in vacanza fino a inizio settembre.
Sarah Mazzetti, “Birthday” (fonte: roomfifty.com)

La terza stagione di RoomFifty: 50 artisti, 3 opere ciascuno

Giulia Sagràmola (visto che c’è chi continua a chiamarla Sagramòla, specifico dove va l’accento), Sarah MazzettiLorenzo Gritti, Ilaria FalorsiRoberto Blefari.
Questa la piccola pattuglia italiana che, insieme ad alcuni tra i migliori illustratori internazionali (ecco la lunga lista: Zhang Liang, Jango Jim, Cloé Bourguignon, Charlotte Dumortier, Fuchsia MacAree, Genís Carreras, Jack Hudson, Joe Gamble, Katharina Bourjau, Linzie Hunter, Lisa Congdon, Albert Tercero, William Luz, Seb Agresti, Julianna Brion, Bene Rohlmann, Bratislav Milenkovic, Eleanor Shakespeare, Roman Muradov, Louise Rosenkrands, Timba Smits, Stephen Maurice Graham, Peter Greenwood, Pete Gamlen, Pat Bradbury, Nishant Choksi, Nicole Rifkin, Nadine Redlich, Mister Phil, Marcus Oakley, Marcellus Hall, Łukasz Golędzinowski, Joren Joshua, Ji Hyun Yu, Jasper Van Gestel, Janne Iivonen, Jack Teagle, Harry Tennant, Gizem Vural, Francesco Ciccolella, David J McMillan, Cecile Gariepy, Allan Sanders, Benoit Tardif e Greg Clarke) figura tra gli “interpreti” della terza stagione di RoomFifty, negozio online nato l’anno scorso e interamente dedicato alle stampe d’autore.

Giulia Sagramola, “Selfie”
(fonte: roomfifty.com)

La particolarità del progetto è che ogni quattro mesi esce una nuova stagione, ciascuna con ben 50 artisti, ognuno dei quali presente con 3 opere, che vengono vendute — a prezzi abbordabili — in tre formati, A2, A3 ed A5, con o senza cornice.

Agli autori va il 50% del ricavato (all’inizio era il 70 ma probabilmente i fondatori si sono resi conto che in quel modo non era sostenibile) e molti di loro — visto che si parla di stagioni uso un termine da serie tv — sono “ricorrenti”, mentre alcuni si aggiungono e altri partono, per poi magari ritornare nelle stagioni successive.

Marcus Oakley, “The Reader”
(fonte: roomfifty.com)
Nadine Redlich, “Vase”
(fonte: roomfifty.com)
Roberto Blefari, “Shapes-Home”
(fonte: roomfifty.com)
Lorenzo Gritti, “Waiting Room”
(fonte: roomfifty.com)
Jack Hudson, “Gum”
(fonte: roomfifty.com)
Gizem Vural, “With Wine”
(fonte: roomfifty.com)
Joe Gamble, “Mackerel Point”
(fonte: roomfifty.com)
Nicole Rifkin, “Pink Boys”
(fonte: roomfifty.com)
Katharina Bourjau, “Dog in Italy”
(fonte: roomfifty.com)
Ilaria Falorsi, “Beach Volley”
(fonte: roomfifty.com)
Lisa Congdon, “Alphabet Tower”
(fonte: roomfifty.com)
Jasper Van Gestel, “Food, Clothing and Followers”
(fonte: roomfifty.com)
Nishant Choksi, “Orange and Black 3”
(fonte: roomfifty.com)
Roman Muradov, “Shade”
(fonte: roomfifty.com)
Charlotte Dumortier, “Goat”
(fonte: roomfifty.com)
Sarah Mazzetti, “Birthday”
(fonte: roomfifty.com)
Timba Smits, “ACTORBET-A”
(fonte: roomfifty.com)
Altre storie
Yoko Ono: dichiarazione d’amore, in musica, per una donna circondata d’odio