Qualche settimana fa Sarah Mazzetti, una delle migliori illustratrici italiane e tra le più conosciute a livello internazionale, ha segnalato su Facebook un sito specializzato in stampe in edizione limitata.
«Finalmente e per la prima volta mi trovo ad appoggiarmi a un progetto gestito nel miglior modo possibile, ovvero l’unico modo possibile per me. È nato da qualche giorno RoomFifty, un sito sul quale potete acquistare stampe di alta qualità in tre formati — incorniciati o meno — di una selezione di 50 artisti, tutti eccellenti. Il tutto è stato curato da Leon Edler — che mi ha quasi commosso per quanto è intelligente e corretto — e la parte grafica è di Chris Clarke», ha scritto Sarah.

Incuriosito, sono andato a vedere, scoprendo un progetto che, nella sua semplicità, trovo sia quanto di meglio si possa trovare attualmente, e questo sia dal punto di vista di chi acquista che degli artisti che partecipano.
Ideato da succitato Leon Edler, un illustratore britannico (ché solo un illustratore poteva escogitare un negozio online che facesse felici innanzitutto i disegnatori che mettono in vendita le loro opere), in collaborazione con il designer e direttore creativo Chris Clarke e lo sviluppatore Ben Longden, il sito RoomFifty ha aperto lo scorso dicembre e, come già accennato è interamente dedicato alla vendita di stampe illustrate in edizione limitata.

Ciascun artista dei 50 che partecipano a ogni “stagione” di RoomFifty — tutti selezionati personalmente dai tre fondatori — è presente con 3 opere, ognuna delle quali, a propria volta, è disponibile in 3 formati (A2, A3 ed A5, ma per alcune c’è anche l’A1) e ogni tiratura è di sole 50 copie, che si possono acquistare sia “nude” che già incorniciate, con le cornici interamente fatte a mano.
È importante segnalare, inoltre, che agli autori va il 70% di quanto ricavato con la vendita, cosa che rende questa nuova piattaforma particolarmente interessante: come racconta Edler in un’intervista al sito FormFiftyFive, «da illustratore ho provato a vendere le mie stampe online e non, ma bisogna fare lo sforzo di allestire un negozio in rete e poi, forse, vendere una o due stampa. Questa sembra essere una storia comune a molti illustratori».

Su RoomFifty, invece, il negozio c’è già, e l’unione (di tanti talenti) fa la forza, con in più l’attrattiva (per il pubblico) di poter vendere diversi formati, per tutte le tasche, ma sempre di opere in edizione limitata e accuratamente selezionate. Fattori che, tutti assieme, è davvero raro vedere.

Tra gli autori scelti per la prima stagione ci sono diversi italiani: Sarah Mazzetti, appunto, e poi Ilaria Falorsi, Roberto Blefari e Lorenzo Gritti.

Sarah Mazzetti (a sinistra) e Anna Haifisch (a destra)
(fonte: @roomfifty)

Francesco Ciccolella
(fonte: @roomfifty)

Joren Joshua (a sinistra) e Lorenzo Gritti (a destra)
(fonte: @roomfifty)

Josh Cochran
(fonte: @roomfifty)

Josh Cochran (a sinistra) e Ilaria Falorsi (a destra)
(fonte: @roomfifty)

Aart-jan Venema
(fonte: @roomfifty)

Belle Mellor (a sinistra) e Rebecca Cottrell (a destra)
(fonte: @roomfifty)

Marcus Oakley
(fonte: @roomfifty)

Nicole Rifkin
(fonte: @roomfifty)

Marcellus Hall (a sinistra) e Katherina Manolessou (a destra)
(fonte: @roomfifty)

Chris Clarke
(fonte: @roomfifty)