Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.
“Paura di deludere”, Chiara Borredon & Johnny Cobalto

Frygt: raccontare le paure attraverso fotografia e illustrazione

Chiara Borredon ha solo 23 anni ma scatta foto da molto tempo. Livornese, ha cominciato da autodidatta per poi frequentare la Scuola Internazionale di Fotografia APAB a Firenze e ora lavora principalmente in ambito musicale, collaborando con band punk, hardcore e underground, girando video musicali e di tanto in tanto realizzando anche progetti fotografici personali.

Frygt è uno di questi, e verrà presentato l’8,9 e 10 giugno prossimi al Combat Comics, festival livornese dedicato al fumetto di denuncia e di realtà1.

Che c’entra un progetto fotografico con un festival di fumetto?
La risposta sta nel modo in cui Chiara ha scelto di lavorare. Frygt, che per assonanza rimanda al termine inglese fright, paura, affronta proprio il tema del panico e del terrore.

“Paura delle cose paranormali”
Chiara Borredon & Matteo Giuntini

«L’idea è nata un po’ per caso», mi ha raccontato lei. «Con degli amici stavamo discutendo di alcune cose ed è saltato fuori il topic “fobie”: ascoltandoli parlare me li sono immaginati con le loro paure addosso».

A quel punto ha cominciato a ritrarre i suoi amici più stretti, chiedendo loro di cosa avessero più paura («Non ho mai incontrato qualcuno che non avesse paura di qualcosa»), poi pian piano il giro si è allargato e dagli amici è passata ai conoscenti, poi si è sparsa la voce e sono arrivati gli amici degli amici, le fidanzate…

Per mettere visivamente le paure addosso ai loro legittimi proprietari, Chiara si è rivolta ad alcuni illustratori, che le hanno interpretate, spesso ironicamente, e disegnate sulle foto, delle quali mostriamo una selezione.

“Paura delle farfalle e degli ombelichi”
Chiara Borredon & Matteo Giuntini
“Paura di deludere”,
Chiara Borredon & Johnny Cobalto
“Paura della solitudine”,
Chiara Borredon & Johnny Cobalto
“Paura degli alieni”
Chiara Borredon & Rashetti
“Paura di morire”
Chiara Borredon & Rashetti
“Paura degli scarafaggi”
Chiara Borredon & Alessandro Ripane
“Paura di annegare”
Chiara Borredon & Alessandro Ripane
“Paura della società”
Chiara Borredon & Tommaso Marchiani
“Paura delle cose appiccicose e delle molliche di pane”
Chiara Borredon & Barucci
“Paura delle luci stroboscopiche forti”
Chiara Borredon & Alberto Becherini
“Paura di tuffarsi”
Chiara Borredon & Alberto Becherini
“Paura del buio”
Chiara Borredon & Mirko Filoramo
“Paura degli insetti”
Chiara Borredon & Mirko Filoramo
co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (1)
  1. Per me la fotografia é sempre stata una via per communicare emozioni e sentimenti. Non sempre con il selfie, o con i divertenti giochi espressionistici che suggerite. Di sólito, mi piace la fotografia emozionale di gente per strada. Però mai provata la mescolanza fra collage e foto. Proverò!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.