fbpx
oliver hibert tarots 2
(foto via Von Zos)

I tarocchi psichedelici di Oliver Hibert

Classe 1983, nato nella piovosa Seattle, il pittore e illustratore Oliver Hibert sembra l’incarnazione di un personaggio di fantasia, col suo smalto nero, l’eyeliner, una predilezione per gli occhiali più improbabili, l’acconciatura da protagonista di un manga, le sue camicette anni ’60, i completi total black, i capi e gli accessori optical, le sue versioni flamboyant e vagamente acide del codice d’abbigliamento vittoriano, un umorismo spigolosamente gotico e un account Instagram pieno di cuoricini arcobaleno che è anche una genuina autonarrazione di una vita vissuta solo in parte nel mondo reale.

Hibert è universalmente considerato come uno tra i migliori artisti psichedelici degli ultimi anni. E più che le sue tante mostre, i quadri, le copertine dei magazine, le collaborazioni con marchi come Nike, 55DSL, Salomon, Fender, la conferma arriva soprattutto dai suoi lavori in campo musicale, con copertine e poster per band come i Flaming Lips, Tame Impala e Morgan Delt.

Con un immaginario gotico/psichedelico del genere, in cui simbolismo, esoterismo e misterico giocano un ruolo fondamentale, era quindi solo questione di tempo prima che l’artista si mettesse all’opera su una sua versione dei Tarocchi1.

(foto via Von Zos)
(foto via Von Zos)

Ispirandosi al più celebre mazzo utilizzato nel mondo anglosassone, quello dei cosiddetti Tarocchi Rider-Waite, creati nei primi del Novecento da Arthur Edward Waite, mistico americano, e illustrati da Pamela Colman Smith, Hibert ne ha trasformato le immagini in scene piene di funghi magici, terre e mari color arcobaleno, e monocole creature gocciolanti.

I Tarocchi di Oliver Hibert sono in vendita sul sito dell’editore indipendente Von Zos, disponibili sia in versione completa che con i soli arcani maggiori (tra l’altro, sempre per Von Zos, Hibert ha realizzato pure una tavola ouija).

Nel frattempo, come è evidente dal suo profilo Instagram, l’artista americano sta lavorando anche a un altro mazzo, dedicato stavolta ai suoi Secret Arcana, gli arcani segreti, assai più “Hibertiani” degli originali, che al posto di imperatori, papi, papesse, diavoli e appesi, ha lucertole, gatti, candele, fiori, funghetti, chiavi e pipistrelli.

(foto via Von Zos)
(foto via Von Zos)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
(foto via instagram.com/oliverhibert)
Altre storie
chiara palillo calendario 1
12 mesi x 12 scrittori e scrittrici: il calendario/segnalibro di Chiara Palillo