fbpx
nick sellek stairs

Hai mai pensato a quanto sono assurde le scale? Te lo mostra un artista inglese, isolandole dal contesto

Decontestualizzare. Parola chiave nella produzione artistica del britannico Nick Sellek. Fotografo, digital artist e soprattutto realizzatore di modellini, Sellek, che nei lavori più vecchi amava esplorare ricordi ed emozioni passate attraverso la ricostruzione in scala di ambienti e scene familiari, da qualche anno ha cominciato a interessarsi agli elementi urbanistici e architettonici, isolandoli dal loro contesto originale attraverso il collage o (in maniera molto più affascinante) fabbricando appunto modellini.

L’esempio più interessante è in una doppia serie di opere del 2012/13, intitolata Contrived Structures I e Contrived Structures II, che ha come protagoniste le scale, semplicissime scale, come quelle che vediamo e che saliamo e scendiamo ogni giorno nei condomìni e negli edifici pubblici.

Tagliandole via dai palazzi per cui sono state pensate e ricostruendole in miniatura, Sellek mostra quanto siano bizzarre, dopotutto, le scale, «estrapolate dal contesto», scrive l’artista, «per enfatizzare l’assurdità del loro design».

structure04

structure06

structure05

structure07

structure08

contrivedstructures003

contrivedstructures002

contrivedstructures001

tutte le immagini via nicksellek.com

Altre storie
Marina Ryazanceva cyberpunk
Flickr/Week(r) | Dentro a un romanzo cyberpunk