È uscito il quarto numero di MC1R, la rivista per chi ha i capelli rossi

Di MC1R ho parlato fin dall’uscita, circa un anno fa, del primo numero in inglese (che in realtà era il secondo perché il primo-primo era solo in tedesco).
Da allora è stata una crescita continua per questa rivista realizzata da e pensata per chi “soffre” di rutilismo, per chi cioè porta con sé fin dalla nascita tutti quei segni di cui è responsabile una mutazione del cromosoma 16—mutazione che nello specifico si verifica nella regione denominata con la sigla MC1R, che è poi quella che dà il nome al magazine—e cioè lentiggini, pelle sensibile, capelli rossi o ramati e, spesso anche se non sempre, occhi chiari.

Che si tratti di arte o di design, di moda o di fotografia, cultura o di personaggi, tutti coloro che incontri nelle pagine della rivista hanno i capelli rossi—o i peli, tipo l’ascella illustrata che campeggia sulla splendida copertina (la migliore in assoluto tra quelle prodotte finora) dell’ultimo numero, il quarto, uscito proprio in questi giorni.

Tanti i protagonisti, intenti a raccontare, a mostrarsi, a essere intervistati dalla redazione (pure questa rossa) di MC1R.

mc1r_4_3

mc1r_4_4

mc1r_4_5

mc1r_4_6

mc1r_4_7

mc1r_4_8

mc1r_4_9

mc1r_4_10

mc1r_4_11

mc1r_4_2

mc1r_4_1

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.