fbpx

Save the Date: Fulvia Mendini e Andy Rementer in mostra a Milano

a sinistra: Fulvia Mendini, “Proserpina”, 2009, acrilico su tela; a destra: Andy Rementer, “La Gazza Ladra”, 2015, olio su tela
a sinistra: Fulvia Mendini, “Proserpina”, 2009, acrilico su tela;
a destra: Andy Rementer, “La Gazza Ladra”, 2015, olio su tela

Nonostante l’evocativo titolo di The age of innocence, nella doppia personale che inaugura stasera presso la Antonio Colombo Arte Contemporanea di Milano non c’è traccia dei rimpianti, degli amori devastanti e delle rinunce che caratterizzano l’omonimo capolavoro scritto da Edith Wharton nei primi del ‘900.
Quantomeno non c’è traccia apparente. Perché quelli che si muovono dietro agli sguardi dei personaggi dipinti dai due protagonisti della mostra—Fulvia Mendini ed Andy Rementer—sono interi mondi fatti di emozioni (o non-emozioni), che i due artisti fissano su tela, carta o legno attraverso segni decisi, colori piatti e accesi, molteplici rimandi a temi e stili che vanno a ripescare il passato prossimo e remoto della storia dell’arte.

Che guardino in faccia lo spettatore o si sbircino e controllino gli uni con gli altri, quegli occhi sembrano esplodere di interrogativi (che è successo alla Madonna dell’umiltà di Fulvia Mendini? Perché La fata dei prati ha quell’aria spietata e pare stia progettando la conquista del mondo? Da quanto si conoscono le tre ragazze di Diner di Andy Rementer? La tizia di Guitar Hero è semplicemente annoiata o sta cercando di sedurre il tipo con la chitarra senza corde?) e sgusciar via dalle due dimensioni delle opere, partendo per la tangente per raggiungerne n altre.

Il risultato è una mostra, organizzata dalla galleria Antonio Colombo Arte Contemporanea di Milano, che nonostante veda fianco a fianco due artisti molto diversi—per formazione, provenienza, età—sembra tracciare un ponte verso due continenti, uno più urbano (Rementer) e l’altro più bucolico (Mendini) che però fanno parte dello stesso mondo fantastico e sospeso in un’atmosfera d’attesa.

[cbtabs][cbtab title=”INFO”]FULVIA MENDINI | ANDY REMENTER – The Age of Innocence

QUANDO: 11 febbraio — 2 aprile 2016 | dal martedì al venerdì 10,00 — 13,00 e 15,00 — 19,00 | sabato 15,00 — 19,00
OPENING: 11 febbraio | 18,30
DOVE: Antonio Colombo Arte Contemporanea | via Solferino 44, Milano
INFO: Facebook[/cbtab][cbtab title=”MAPPA”][/cbtab][/cbtabs]

Altre storie
vaso shika ainu tales kira kira
Ainu Tales: storie in forma di ceramica