fbpx

Save the date | Fruit Exhibition: a Bologna la quarta edizione della fiera delle autoproduzioni editoriali

FRUIT4_SLIDE_960X600_A

Se l’anno scorso un festival come Fruit—che non ha vip da mettere in vetrina, madrine scosciate o padrini mummificati, renziani al timone, cioccolato da farti assaggiare, donne-oggetto da esibire, e neppure motori rombanti, unghie finte, fashionisti col risvoltino—se un festival del genere, dicevo, che fondamentalmente si basa “solo” sulla carta: la cara, vecchia carta, riempita però di quanto c’è di meglio nell’ambito della grafica, dell’arte, dell’illustrazione e della fotografia, mette insieme qualcosa come 6.000 visitatori, beh, credo che il fenomeno delle autoproduzioni editoriali sia da considerare ancora di nicchia soltanto fino a un certo punto.

L’anno scorso, come quello prima e quello prima ancora, c’ero pure io tra i visitatori. Puntuale come un orologio, col mio registratore tascabile e la macchina fotografica, a intervistare e raccogliere materiale da pubblicare qui su Frizzifrizzi per i mesi a venire. E quel che ho visto è che dalle prime edizioni, in cui espositori e spettatori facevano parte dello stesso mondo, avvolgendo quindi il tutto in una bizzarra quanto comprensibile autoreferenzialità, pian piano il festival si è aperto a fasce di pubblico molto più variegate. O, meglio, è stato il pubblico a incuriosirsi e ad aprirsi ad un evento che porta nel pieno centro di Bologna cose che difficilmente si ha l’occasione di vedere altrove.

Ho visto mamme girare instancabili coi pargoli al seguito sfogliare e spiegare e incantarsi di fronte ai banchetti. Ho visti arzilli vecchietti domandare e farsi spiegare il perché e il percome. Ho visto giovani universitari guardare malinconici i loro portafogli vuoti dopo aver riempito le shopper di acquisti.
E quest’anno, per la quarta edizione di Fruit, credo che ne vedrò ancora di più, visto che oltre all’esposizione di alcune tra le più interessanti realtà italiane ed internazionali si sono moltiplicati i workshop, le presentazioni e (complice anche la concomitanza di Artefiera) le mostre.

Ecco i numeri: 80 espositori, 13 workshop (anche per bambini), 9 conferenze e 7 mostre, 1 festa, per un programma ricchissimo che si snoda tra venerdì 29 e domenica 31 gennaio 2016.

una foto dell'edizione 2014
una foto dell’edizione 2014

Impossibile citare tutti i nomi—ma anche soltanto Francesco Franchi, Pietro Corraini, Luca Barcellona faranno suonare qualche campanello nelle teste di molti lettori.
E poi ci sono anch’io, in veste di curatore di una piccola rassegna video che immagino come una sorta di area di decompressione per chi vuol rilassarsi con i pixel dopo tanto maneggiar di carte.

[cbtabs][cbtab title=”INFO”]FRUIT EXHIBITION
art publishing fair – quarta edizione

QUANDO: 29 — 31 gennaio 2016 (ingresso: 5 euro | 3 euro per i possessori del biglietto Artefiera)
DOVE: Palazzo Re Enzo | p.zza del Nettuno 1, Bologna
INFO: Facebook | 051-0391177[/cbtab][cbtab title=”MAPPA”][/cbtab][/cbtabs]

Locandina-01

FRUIT4_SLIDE_960X600_C2

FRUIT4_SLIDE_960X600_B

un'altra immagine dell'edizione 2014
un’altra immagine dell’edizione 2014
Altre storie
alex boya turbine 5
Turbine: un disorientante corto d’animazione ispirato al segno delle incisioni all’acquaforte