Marianna Balducci è stata una delle mie prime studentesse. Era il 2009 e io e la mia socia Francesca tenevamo un laboratorio all’Università di Bologna, sede di Rimini, ai ragazzi della Magistrale in Moda. All’epoca non si parlava ancora di storytelling, o perlomeno non era diventato un termine onnipresente—tanto dal dare persino la nausea—nel linguaggio della comunicazione e del marketing come lo è oggi.

Però Marianna era bravissima a raccontare storie. Le trovava dappertutto: andava a prendere il caffè alla macchinetta e toh, lì per terra c’era una storia pronta per esser sviluppata. Vedeva un cappello sopra un tavolo e, di nuovo, sotto al cappello c’era una storia. Non che una storia bell’e pronta sia sufficiente, ma Marianna sapeva anche condirle, metterci gli ingredienti giusti, le pause, le parole, il ritmo. E coi suoi capelli color del rame e due occhi che sembravano usciti a loro volta da una fiaba per bambini aveva pure le physique du rôle per farti sedere comodo ad ascoltare e immaginare.

A un certo punto poi ha incominciato a disegnare. Ma tanto. Sempre. E con la comunicazione, l’illustrazione e l’animazione ci ha tirato fuori un lavoro—dove poi per lei finisca il lavoro e cominci il gioco, e viceversa, non è molto chiaro, come non lo è per chiunque abbia la fortuna di fare quel che vuol fare.

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #1

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #1

Seguendo il suo account instagram ho notato che da qualche giorno Marianna posta macchie di Rorschach, quelle degli omonimi test, e ovviamente, come tutti, anche lei ci vede cose, dentro a quelle macchie, solo che a differenza mia (e probabilmente anche tua) lei quel che ci vede lo disegna pure. Lì, direttamente sulle macchie.
Dopotutto che vuoi che sia tirar fuori storie piccine-picciò da una macchia quando riesci a trovarne pure sotto alla macchinetta del caffè…

«Ho cominciato questa serie per via di un’iniziativa che si chiama Inktober», mi ha raccontato lei. «È stata lanciata qualche anno fa da un disegnatore americano, Jake Parker, ed è un progetto diventato virale che stimola i disegnatori di ogni tipo a postare sui social network un disegno o uno schizzo al giorno per tutto il mese, a condizione che sia fatto a inchiostro, quindi con china, biro, pennarello».

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #1

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #1

Questo è il secondo anno che Marianna partecipa all’Inktober e mi ha spiegato di aver scelto le macchie per rendere l’inchiostro il vero protagonista, lasciando a lui “il timone”.
«La sfida per me è quella di assecondare la macchia del giorno e vedere cosa mi racconta, intervenire in modo non troppo invasivo, liberarmi dalla sensazione di dover controllare tutto sul foglio perché stavolta devo abituare la mano e la testa a progettare in un altro modo. A parte la meraviglia dell’inchiostro che, più o meno diluito, si prende i suoi spazi e genera delle venature e delle forme inaspettate, mi accorgo giorno dopo giorno che questo esercizio mi sta portando a disegnare anche cose che probabilmente in autonomia avrei gestito diversamente. Mi accorgo che, come forse davvero se interpretassi le macchie di Rorschach, emergono immagini che parlano di me e del mio modo di vedere le cose ma anche che si sono aperte strade nuove».

Finora la serie di Rorschach ha visto venire alla luce sei disegni. L’ultimo fatto stanotte (alle 0,08 mi è arrivata la sua mail). Ed è piuttosto divertente vedere prima l’immagine naturale, quella su cui non è ancora intervenuta, e immaginare la propria interpretazione, prima di andare a vedere cosa poi ci ha trovato lei.

Per seguire Marianna e il suo Inktober puoi farlo su instagram: @mariannabalducci_chidisegna

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #2

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #2

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #2

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #2

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #3

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #3

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #3

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #3

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #4

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #4

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #4

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #4

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #5

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #5

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #5

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #5

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #6

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #6

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #6

Marianna Balducci, Inktober 2015 day #6

con matite