Nina and The Wolf | Midnight Sky Collection

Nina and The Wolf AW15_11

Nina and the wolf è il brand di lingerie nato poco tempo fa in Svizzera, dalla volontà, dal coraggio e dal talento di due giovani italiane, Marta e Gaia. E’ un brand svizzero che utilizza il meglio della produzione italiana.

Nella prima collezione (qui le immagini) ci aveva incuriosite e conquistate il dualismo tra Nina e il lupo. Un dualismo in bilico tra antagonismo e alter ego, che aveva trovato espressione in una collezione fatta di contrasti tra il bianco ed il nero. Tra i colori tenui e materiali romantici (per Nina) e tagli profondi, linee provocanti, balze geometriche e trasparenze (per il lupo).

Ora invece “i cieli di mezzanotte hanno qualcosa di magico e misterioso, che ci mette in contatto con il nostro io più nascosto: questo è il momento in cui Nina e il Lupo diventano una cosa sola”.
Va in scena la Midnight Sky Collection.

Ispirata al cielo terso di una fredda notte invernale, un cielo che brilla di stelle dorate cha paiono un ricamo di pizzo su un fondo di velluto blu. Quelle notti in cui Nina si trasforma e diventa lupo. Due anime nello stesso corpo, due anime vestite di velluto blu.

Solo o accompagnato al prezioso pizzo italiano dorato ed al leggero tulle blu, che pare brezza invernale sulla pelle, è certamente il velluto blu il filo conduttore di questa collezione. Una collezione fatta di pezzi pensati per essere combinati e mixati tra loro, creando giochi di trasparenze e sovrapposizioni.

Nina and The Wolf AW15_12

Nina and The Wolf AW15_14

Nina and The Wolf AW15_15

Nina and The Wolf AW15_16

Nina and The Wolf AW15_10

Nina and The Wolf AW15_09

Nina and The Wolf AW15_08

Nina and The Wolf AW15_07

Nina and The Wolf AW15_06

Nina and The Wolf AW15_05

Nina and The Wolf AW15_04

Nina and The Wolf AW15_03

co-fondatrice e caporedattrice

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Le Cartoline Gioiello nate dalla collaborazione tra la designer Giulia Tamburini e il disegnatore Ettore Tripodi