Save the date | Bianco nascosto

bianco_nascosto_1

Premessa: il libro non l’ho letto. E non mi sento a mio agio a parlare di un romanzo che non ho letto.
Però vista la genesi faticosa del progetto (una storia di viaggio, una storia al femminile, una storia lesbica, un’opera prima di una giovane autrice che non è riuscita a trovare un editore e che quindi ha intrapreso la strada dell’autoproduzione), la bella prova di solidarietà femminile (con tutta una serie di amiche nei propri ruoli di professioniste a lavorare all’editing, alla correzione delle bozze, al book trailer, alla promozione), le splendide illustrazioni di Sara Garagnani (realizzate per la copertina e per il book trailer), la cornice della presentazione di stasera (Zoo) e, soprattutto, il parere di un’amica, che l’ha letto, che mi ha scritto, che ha messo gli “accapo” al posto giusto e con quelli mi ha convinto:

se ti fidi di me
che vedo lontano
si tratta di un esordio veramente molto bello
che ho la sensazione che andrà lontano
magari diventando la sceneggiatura di un film…

Visto tutto questo, dunque, eccomi qui a segnalare Bianco Nascosto, mostra delle illustrazioni originali di Sara Garagnani realizzate per Che ti sia lieve la terra e presentazione del libro con l’autrice, Camilla de Concini (modera Antonella Huber), con inoltre un’esposizione dei testi a cura di Chiara Neviani, la voce di Giuditta de Concini a leggerne dei brani e suono a cura di Meike Clarelli.

Dopo la presentazione sarà la volta di un concerto con violino chitarra acustica e contrabbasso de La Metralli (Premio Ciampi 2012, qua un video) e di una cena libanese (il collegamento non è casuale: nel libro le storie si intrecciano tra Italia, Balcani e, appunto, Libano).
La mostra sarà esposta fino al 20 luglio negli spazi estivi di Zoo, presso vicolo Bolognetti, a Bologna.

Insomma, dopo un sacco di parentesi, il succo è: vedi di partecipare, ne vale la pena.

QUANDO: 14 — 20 luglio 2015
OPENING: 14 luglio | 19,00
DOVE: Zoo | vicolo Bolognetti 5, Bologna | mappa | facebook

la copertina del romanzo, illustrata da Sara Garagnani

la copertina del romanzo, illustrata da Sara Garagnani