Air Line Color: i gioielli di Stephanie Simek

air_line_color_1

Quando mi sono imbattuta per la prima volta nelle sue creazioni, parlo dell’ormai lontanissimo 2008, Stephanie Simek era una giovane designer americana, residente nell’Oregon, e disegnava una linea di gioielli, che lei stessa definiva “sperimentali”, io nel post di segnalazione scrissi “pazzeschi” e, forse, con il senno di poi avrei dovuto definire “bizzarri”. Erano assemblati a partire da materiali assolutamente “inusuali”: ciglia, capelli, uova di quaglia, conchiglie, incastonati in argento e oro.

Quello che mi restò più impresso, a parte l’uso delle ciglia, fu un ciondolo realizzato con una conchiglia Turbo Cinereus, bucata e riempita all’interno di polvere colorata scintillante che – rimosso il tappo – si spandeva sulla scollatura di chi la indossava.

Gli anni passati a quanto pare non sono serviti solo a far invecchiare me, ma hanno fatto “maturare” Stephanie, che l’anno scorso ha dato vita al laboratorio creativo Air line color.
Continua a disegnare interessanti gioielli in metallo, pietre, perle e conchiglie. Senza bisogno di stupire a tutti i costi.

air_line_color_4

air_line_color_3

air_line_color_2

air_line_color_5

air_line_color_6

air_line_color_7

air_line_color_8

co-fondatrice e caporedattrice

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
Tesori d’archivio: le illustrazioni di moda di fine ‘800 / inizio ‘900