Storie di Dulcinea: di Don Chisciotte e di disabilità, in un albo illustrato da Jacopo “Fatomale” Olivieri

storie_di_dulcinea_1

«Il concorso mi ha dato la possibilità di realizzare due tavole in piena libertà partendo dall’idea di un giovane Chisciotte su sedia a rotelle che immagina di essere l’eroe della famosa storia. Da questo premio nascerà un libro illustrato e io sono molto emozionato!»
L’ha scritto qualche tempo fa Jacopo Olivieri, in arte Fatomale, sul suo blog.

Le due “tavole in piena libertà” puoi vederle qua sotto, ed è con quelle che Jacopo ha vinto la prima edizione del Premio Ronzinante, organizzato dall’Associazione C.R.E.A., che fin dal 2004 si occupa di adolescenti e giovani adulti con disabilità e difficoltà relazionali.

Il premio, rivolto agli illustratori sotto ai 35 anni, nasce per far intrecciare le storie dei bambini disabili con quelle di alcuni tra i più grandi classici della letteratura fantastica — in questo caso il capolavoro dei capolavori, Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes (mentre il libro scelto per l’edizione 2015, a cui si può partecipare fino al 30 settembre prossimo, è I viaggi di Gulliver di Swift).

Quelle due tavole iniziali però non si sono fermate lì ma sono diventate un intero libro su un “Chisciotte immaginato”, un albo intitolato Storia di Dulcinea illustrato da Jacopo, scritto da Francesco Gallo proprio a partire dalle illustrazioni, e pubblicato da Secop Edizioni, che lo presenterà proprio in questi giorni durante la Bologna Children’s Book Fair.

Premio_Ronzinante_1_Fatomale

Prmeio_Ronzinante_2_Fatomale

storie_di_dulcinea_2

storie_di_dulcinea_3

Altre storie
Flickr/Week(r) | Dal buio