fbpx
coloro del colore 13

Nel regno delle piante: un libro vivo realizzato coi colori naturali

30 copie, ciascuna differente dall’altra, prodotte da “Coloro del Colore”

C’è qualcosa di stranamente rasserenante nello sfogliare un libro come Nel regno delle piante. Mentre sfogli le pagine con tutta la delicatezza di cui sei capace — la stessa con cui prenderesti in braccio il neonato di qualcun’altro — ti scatta qualcosa, dentro. Si accende un pensiero, una percezione sottile, fugace, che dalla punta delle dita sale su, su fino al cervello e ha il sapore al contempo rassicurante e misterioso di quella cosa che chiamiamo vita e che ancora nessuno è riuscito a spiegarci del tutto come e perché.

Perché Nel regno delle piante è un libro vivo. Che parla di vita con le immagini e incarna la vita attraverso la materia.
Al primo sguardo lo capisci già. Al tatto questa consapevolezza esplode.

coloro_del_colore_01

Prodotto appositamente per il Fruit, il festival bolognese dedicato alle produzioni editoriali indipendenti tenutosi lo scorso dicembre, il libro non è che l’approdo finale di una lunga serie di attività organizzate da Colore del Colore.

Coloro del Colore è un progetto piuttosto giovane, nato nell’agosto 2014 per coinvolgere una serie di artisti che gravitano attorno alla scena marchigiana in una serie di attività legate all’utilizzo del colore naturale.

E dopo un breve ma intenso percorso di studio e di pratica, che ha portato il gruppo a sviluppare workshop e lavori d’arte pubblica — tra cui un murale ispirato al Dioscurides Neapolitanus, il più importante manuale di medicina e farmacia dell’antichità, realizzato ben 2000 anni or sono, e Amare Cerque, una vera e propria presa di posizione artistico-politica contro l’abbattimento di sei querce secolari a Matelica, in provincia di Macerata — è arrivato il libro.

coloro_del_colore_02

Prodotto in sole 30 copie, interamente realizzato a mano volume dopo volume (ciascuno dunque è unico), Nel regno delle piante è un’opera illustrata ma anche una “opera tessile”. È però, soprattutto, un dialogo. Un intricato, affascinante dialogo della natura con sé stessa.

Ispirate alla natura sono le opere stampate, disegnate, dipinte, cucite sulle pagine.
Natura sono le stesse pagine, realizzate tagliando vecchie stoffe, di quelle di lino, canapa o cotone, lavorate a mano, che se ne escono dai cassetti dei nonni e dei bisnonni, provenienti da corredi matrimoniali, e utilizzate così com’erano, magari ingiallite e macchiate e segnate dal tempo.
Natura è il colore, “fabbricato” a partire da minerali e vegetali: ocra, robbia, henné, terra rossa, terra bruciata, clorofilla, verzino, campeggio, indaco…
E natura è infine l’uomo: che crea, che trasforma, che interpreta.

coloro_del_colore_03

Allegra Corbo, Diana Eugeni, Michela Lorenzetti, Alec Maginarium, Maria Maiolati, Giulia Serritelli e Ugo Nooz Torresi — sono loro… Coloro del Colore — hanno scelto ciascuno una tavolozza di colori e un medium, tra serigrafia (a cura di Strane Dizioni), block printing, stencil, ago e filo, e la stoffa (ecco di nuovo il dialogo!) ha reagito alle loro opere in maniera sorprendente.

«Le macchie e le muffe delle stoffe utilizzate hanno innescato reazioni imprevedibili col colore e, nel caso di stampe sul fronte e sul retro della stessa pagina, le tinte si mescolavano tirando fuori risultati inediti, oltre che unici, che tra l’altro andavano trasformandosi nel tempo visto che il colore, prima di fissarsi, nelle ore e nei giorni successivi alla stampa, ha continuato a mutare di tono» mi ha raccontato Allegra Corbo.
E soprattutto — mi ha spiegato Ugo Nooz Torresi, mio “cicerone” alla scoperta del libro — ogni volume, avendo macchie differenti, muffe differenti, si è comportato in modo diverso. Vivo, appunto.

coloro_del_colore_04

coloro_del_colore_05

coloro_del_colore_06

coloro_del_colore_07

coloro_del_colore_08

coloro_del_colore_09

coloro_del_colore_10

coloro_del_colore_11

coloro_del_colore_12

coloro_del_colore_13

coloro_del_colore_14

coloro_del_colore_15

Altre storie
Le Jeu de lame 1
Le Jeu de l’Âme: un mazzo di carte per scoprire se stessi attraverso i simboli