Passare ore davanti a cose belle e gratis? La nostra rubrica Tesori d'archivio è la soluzione.

Cooking with Scorsese: cucinare al cinema

Di solito, almeno negli ultimi anni, i libri hanno un trailer, un “book trailer” per la precisione, dove attraverso video che vanno dall’inguardabile al capolavoro si prova a spingere all’acquisto (e se tutto va bene — ma non è affatto garantito — alla lettura) un pubblico sempre più abituato a informazioni somministrate in forma di pillola, leggère leggère, rapide e possibilmente prive di effetti collaterali come l’impegno, la concentrazione, la fantasia.

Il libro in questione, però, non ha un trailer bensì è un trailer. Preannuncia infatti l’arrivo di un altro volume, più ricco e soprattutto a colori, dedicato al rapporto tra cinema e cucina.

Restando al trailer, si tratta nel suo piccolo di un gioiellino editoriale, pubblicato da una stamperia nonché casa editrice indipendente come l’inglese Hato Press, che ha già in catalogo diverse splendide bizzarrie su carta.

Il titolo, Cooking with Scorsese evoca quest’indimenticabile scena di Quei bravi ragazzi, capace di farmi venire due voglie immediate ogni volta che la vedo: riguardare il film e sbrodolarmi con una bella pasta al sugo con l’aglio tagliato rigorosamente sottilissimo.

Nel libro Scorsese non è l’unico protagonista: raccolte in fotogrammi in bianco e nero “sottotitolati” ci sono le scene di diversi film (in copertina la lista dei registi) dove si cucinano cibi reali e non: un ottimo aperitivo in attesa della prossima uscita a colori.

Altre storie
Japanese Woodblock Prints: la xilografia giapponese in un grande volume prodotto da Taschen