fbpx

Save the date | Synchrodogs. Naturally occurring

synchrodogs_flyer

Una comune passione per la fotografia su pellicola e le macchine fotografiche scrause, Tania Shcheglova e Roman Noven si sono conosciuti sull’internet nel 2008. All’epoca abitavano entrambi in Ucraina, a 8 ore di treno l’una dall’altro ma dopo essersi conosciuti — e innamorati — i due hanno iniziato anche collaborare, accorgendosi di avere gli stessi identici gusti, le stesse idiosincrasie, praticamente le stesse idee. Praticamente due organismi separati ma sincronizzati. Da qui il nome: Synchrodogs.

Da allora per Tania e Roman è stato un crescendo di successi, mostre, premi, pubblicazioni sulle migliori riviste di tutto il mondo (New York magazine, Dazed and Confused, AnOther Magazine, Vice… solo per citarne alcune), con uno stile e un’estetica riconoscibilissimi e che affondano le radici nell’underground, in un bizzarro e quasi paradossale sovrapporsi di spontaneità e costruzione dell’immagine (tra nudo, natura, mimesi, styling) che fa sì che i due possano passare tranquillamente e senza perdere un briciolo di credibilità dai progetti artistici a quelli commerciali, tra l’altro senza rinunciare a esprimere idee “scomode”, come è successo negli ultimi tempi in occasione della crisi in Ucraina, quando la loro frequentatissima pagina facebook è stata presa più volte di mira da gruppi di troll filo-russi.

Tra qualche giorno i Synchrodogs saranno i protagonisti della loro prima personale italiana, a cura di Augusto Maurandi, Lucia Veronesi, Saul Marcadent, animatori culturali di Spazio Punch, in quel di Venezia, luogo che anche solo per l’atmosfera e la splendida location meriterebbe una visita.
In mostra le ultime serie fotografiche del duo ci sono Reverie Sleep, dedicata al sogno e alle allucinazioni ipnagogiche (quelle tipiche della fase in cui stai per addormentarti e vivi in una sorta di limbo in cui sei ancora in parte lucido ma puoi già sperimentare l’attività onirica del cervello), e Animalism, Naturalism, una ricerca sugli istinti più puri e sul rapporto con la natura.

Oltre alle foto saranno in esposizione anche una serie di pubblicazioni del piccolo editore indipendente scandinavo Éditions du LIC, che nel 2012 diede alle stampe Byzantine, una monografia in edizione limitata proprio su Tania e Roman.

QUANDO: 31 maggio – 8 agosto 2014
OPENING: 30 maggio | 18,30
DOVE: Spazio Punch | Giudecca 800/o, Venezia | mappa | fb

synchrodogs_1

synchrodogs_3

synchrodogs_4

synchrodogs_8

synchrodogs_2

synchrodogs_9

synchrodogs_7

synchrodogs_10

synchrodogs_5

Altre storie
BABY LAMBORGHINI cover
I logo delle automobili, da “cuccioli”