Save the date | Art is real

art_is_real_1

Di chi è una casa? Di chi la costruisce? Di chi la commissiona? Di chi la progetta? Di chi via via la acquista? Di chi ci abita dentro? Non è, magari solo un pezzettino piccino-picciò, pure di chi ci passa davanti tutti i giorni e nell’affollato panorama urbano la nota, donandogli un posticino nella sua memoria?
Scartoffie legali e burocratiche a parte, una casa è di chi la fa, che non è il palazzinaro né il proprietario di 200 immobili che affitta in nero a studenti e immigrati. La casa è di chi, fosse anche per qualche ora appena, in una casa ci lascia una storia o in qualche modo decide di adottare le storie che ci sono dentro.

C’è un antico palazzo, a Roma, tra Piazza Navona e Corso Vittorio Emanuele II, in Piazza Pasquino 69a, che (da) domani sarà anche un po’ tuo e soprattutto sarà dei 21 artisti che per un giorno e uno soltanto useranno quel palazzo come galleria d’arte o magari addirittura come tela, trasportandoci le proprie opere o realizzandole direttamente lì, in uno spazio che per sole 12 ore apparterrà più al mondo del sogno che a quello della realtà visto che passate le 12 ore tutto quanto sparirà, lasciando il posto a un cantiere che trasformerà quel palazzo, la matassa di storie si sono intrecciate lì dentro e quelle che s’appiccicheranno ai muri e ai pavimenti domani sera, in un’Apartments House che prenderà il nome di AAA, Amor – Art&Apartments.

Cosa sia un’Apartments House non lo so e non mi interessa nemmeno saperlo, perché poi il comunicato stampa dove ho letto la notizia (se vuoi approfondire basta fare una piccola ricerca e lo ritroverai nei copia/incolla di un mucchio di siti) perde ogni poesia per finire nel linguaggio del marketing mentre quello che mi interessa è immaginare 12 ore fuori dal tempo e dallo spazio grazie ad artisti come Simone Cametti, Michela de Mattei, Jacopo Ceccarelli aka 2501, Davide D’Elia, Gregorio de Luca Comandini, Federica Di Carlo, Emiliano Maggi, Marino Melarangelo, Seboo Migone, Diego Miguel Mirabella, Matteo Nasini, Caterina Nelli, Aakash Nihalani, Giorgio Orbi, Multo Giacentimi, Giuseppe Pietroniro, Gioacchino Pontrelli, Fiorella Rizzo, Pietro Ruffo, Guendalina Salini e Antonello Viola.

Art is real—questo il titolo della collettiva temporanea, o impermanente, come la chiamano le curatrici Silvia Litardi e Guendalina Salini (in collaborazione con Ludovica Palmieri)—apparirà domani alle 16,00 per poi sparire nel nulla alle 19,00. Quindi chi andrà avrà la responsabilità morale di portarsene a casa almeno un pezzettino (di storie, non di palazzo!)

QUANDO: 3 aprile 2014 | 16,00 – 19,00
DOVE: p.zza Pasquino 69a, Roma | mappa | fb

Altre storie
Un set di icone gratis pensate per l’emergenza Coronavirus