fbpx
Opera II0

Issues | The Opéra

Opera_II1

Il nudo è stato fin dagli albori della Storia dell’Uomo uno dei principali soggetti della rappresentazione, dalle (tettutissime) veneri paleolitiche alle sculture dell’Antica Grecia per arrivare—dopo l’iconoclastia medievale

Due volumi pubblicati finora—uno a settembre 2012 e uno a giugno 2013—per una rivista formato libro che si occupa né più né meno che del nudo, uno dei temi più battuti nel campo dell’arte fin dalla preistoria a partire dalle (tettutissime) veneri paleolitiche e sicuramente uno dei soggetti preferiti dai fotografi di tutto il mondo fin dagli albori della fotografia—talvolta accusata, proprio a causa delle pose “neo-classicheggianti” dei corpi, di pittoricismo, di andare cioè dietro ai canoni di bellezza tipici della pittura senza proporne di propri.

E proprio di nudo fotografico si occupa The Opéra, fondato da Matthias Straub, ex-editor in chief di Kinki Magazine, con l’art direction dello studio tedesco Wessinger und Peng.
Tra le oltre 200 pagine di ciascun numero però non c’è spazio solo per il nudo classico ma anche per i lavori di tanti più o meno celebri artisti contemporanei.

Opera_II1_01

Opera_II2_01

Opera_II3_01

Opera_II4_01

Opera_II5_01

Opera_II6_01

Opera_II7_01

Opera_II8_01

Opera_II9_01

Opera_II10_01

Opera_II11_01

Opera_II12_01

Altre storie
taschen tattoo 1
Tattoo: la storia di quasi tre secoli di tatuaggi raccontata dalla collezione di Henk Schiffmacher