On the road (per 17.527 miglia)

ontheroad_1

Appena metti il naso fuori dall’invisibile linea che divide il pezzetto di mondo che conosci a menadito da quello in cui per orientarti hai bisogno di un aiuto esterno, se fino a dieci anni fa avresti chiesto informazioni e ti saresti affidato a uno stradario o una cartina geografica (Google Maps arrivò solo nel 2005 e in Italia qualche tempo dopo), oggi la prima cosa che fai è mettere una mano in tasca, tirare fuori il tuo smartphone e aprire un’applicazione. Più efficienza, meno giri a vuoto, niente stradine che portano chissà dove: le uniche varianti concesse per arrivare da A a B sono la distanza e il tempo di percorrenza: i software non sanno ancora scegliere al posto tuo in base a variabili più soggettive come il modo in cui il sole colpisce quel campanile laggiù o il canto degli uccellini al mattino.

Immagina come sarebbe stato quello che è il libro di viaggio per antonomasia, On the road, se Kerouac avesse avuto Google Maps.
Uno studente tedesco, Gregor Weichbrodt, in effetti ha provato davvero a immaginarlo, anzi ha addirittura realizzato una versione del grande capolavoro della beat generation proprio inserendo uno a uno tutti i luoghi del lungo viaggio di Kerouac attraverso gli Stati Uniti dentro alle mappe di Google.
Il risultato? On the road si trasforma in un libro di 55 pagine fatte solo di indicazioni stradali.

Ovviamente si tratta di una provocazione (la rielaborazione in chiave 2.0 di Weichbrodt è nata per una mostra sulla poesia contemporanea) ma un’idea come questa va a toccare questioni di grande attualità, come la letteratura alla luce delle nuove tecnologie e la perdita di senso di un termini come “viaggio” ed “esplorazione” nell’era delle informazioni a portata di tasca.

ontheroad_2

ontheroad_3

ontheroad_4

ontheroad_5

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.