Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Pokemon X and Y

pokemon_y_3

Fin da quando uscirono, nel ’96, i Pokemon non li ho seguiti molto. All’epoca ero già un po’ troppo grande per appassionarmi al cartone animato. Conosco però Pikachu e la sua vocina monotona che ripete in continuazione il suo nome, so che ci sono le pokeball dove i Pokemon si rintanano tra una gara e l’altra e che ci sono ragazzini che girano il mondo sfidandosi l’uno con l’altro per diventare campioni e vincere medaglie (alla fine devo ammettere che mi sono vista qualche puntata).
Quello che però non conoscevo era il grande mondo che ruota attorno a questo fenomeno: i giochi di ruolo, i videogiochi e le strategie che milioni di appassionati hanno messo a punto sfida dopo sfida.

pokemon_y_1

Quando mi è arrivata una Nintendo 2DS con il gioco Pokemon Y (ne esiste anche la versione Pokemon X) ero un po’ spaesata: come potevo appassionarmi ad un gioco per ragazzini?
Sì, è vero, da bambina mi divertivo a passare i sabato pomeriggio a giocare una manciata di gettoni in sala giochi con mio padre e mio fratello, senza mai eccellere in nessun gioco (il mio problema più grande era far saltare il protagonista da un punto all’altro senza farlo cadere nel vuoto, quando mi toccava farlo ero in ansia da prestazione e le mani mi sudavano. Poi puntualmente l’eroe cadeva e finivo la partita). Perdevo la pazienza quasi subito e finivo con lo spendere le ultime monete con Pac-Man, l’unico che mi desse qualche soddisfazione.

A 34 anni credevo che l’età per entrare in fissa con un gioco fosse passata da un pezzo, per questo mi sono messa sul divano con mia figlia a giocare, un po’ titubante, sperando che la mia incapacità non balzasse agli occhi della piccola.
Dopo aver scelto il personaggio—Lucilla, così l’ha ribattezzata mia figlia—e optato per Fennekin, Pokemon di Fuoco, abbiamo iniziato il gioco vero e proprio.

pokemon_y_5

Si tratta di esplorare la città e la campagna alla ricerca di Pokemon da catturare e ragazzini da sfidare per acquisire punti esperienza.
Certo sono ai primissimi livelli ma ho già catturato un sacco di altri esemplari da tenere ed evolvere all’occorrenza e il mio Pokemon e la sua squadra stanno sconfiggendo tutti gli avversari che incontrano.

pokemon_y_6

Lo scopo del gioco è quello di creare un “super team” che ti permetta di sfidare altri utenti online, trovare i Pokemon nascosti e disseminati in tutto il gioco—oltre a quelli classici ce ne sono di nuovi—e impegnare per molto tempo chi decida di avventurarsi e diventare un allenatore di Pokemon con i fiocchi.
Ovviamente sono ancora una pivella ma credo che con un po’ di impegno possa riuscire a fare qualcosa di buono e poi mia figlia esulta ogni qual volta vinco una sfida, non c’è che dire una bella soddisfazione.

pokemon_y_2

co-fondatrice e caporedattrice
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.