Emojisaurus

Gli emoji, cioè le emoticon “illustrate”, hanno iniziato a diffondersi qualche anno fa su social network e smartphone in sostituzione delle vecchie “faccine” realizzate con lettere, numeri, simboli e punteggiatura.

Se di solito si usano per commentare o “aumentare” un messaggio via sms, facebook, instagram ecc., c’è pure chi il messaggio prova a scriverlo interamente con gli emoji. A quel punto la cosa divertente è provare a decrittarlo.
Faccio un esempio: scrivo un sms a Ethel per dirle che vado a bere una birra col mio amico Andrea. L’sms suonerebbe più o meno così: «ciao scimmia (la chiamo così), vado a bere una birra con Andrea». Usando solo gli emoji potrei mettere:
[emoji waving hand sign] [emoji monkey] [emoji house building] [emoji pedestrian] [emoji beer mug] [emoji beer mug] [emoji dancer] (Andrea ha l’aria da attore porno degli anni ’70 e questa è l’immagine, tra quelle disponibili, che lo rappresenta meglio).
Lei, dallo stesso messaggio, potrebbe capire: scuoti una scimmia e portala a casa, sono qua vestito di nero che mi faccio una birra con un ballerino.

I più abili, però, possono addirittura provare a misurarsi nella traduzione di espressioni più o meno tipiche o nella stesura della trama di un film o di un’intera stagione di una serie-tv.
E il risultato è piuttosto surreale, come l’emojisaurus (crasi di emoji e thesaurus) dimostra.

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.