Anna Pontel

anna_pontel_00

Nel passaggio dall’infanzia alla tenera età, in quel periodo dove devi lasciare la gonna della mamma e cavartela da solo nel duro mondo dell’asilo, per farti forza ti leghi ad un oggetto che ai tuoi occhi è il più prezioso che ci sia. Non importa che forma ha o se è bruttino e tutto sgualcito, vi prendete per mano e vi accompagnate ovunque. Un giorno è una parte di te e il giorno dopo te ne separi, non è più legato alla tua mano, sei già alla ricerca d’altro, dell’altro.
Capita però a volte che a decadi di distanza si ricerchi quel morbido compagno dall’abbraccio silenzioso.

Ci sono persone che hanno una particolare propensione a prendersi cura degli altri, Anna Pontel è una di queste, e lo fa con le sue mani. Crea oggetti da compagnia, vere e proprie sculture, in cotone e ovatta, amorevolmente realizzate all’uncinetto. 632.225 punti di morbida e leggera materia.
Un po’ come le nuvole, in ogni forma ci si vede qualcosa di diverso: orecchiette, tentacoli, pancione e lunghe gambe. E per ogni dimensione c’è un’abbraccio diverso, una coccola particolare: sali che ti porto in groppa, ti prendo tra le braccia e ti cullo.
Bello direte voi, bellissimo dico io, ma la cosa davvero meravigliosa è che a breve se andate qui li potere comprare, con tanto di bugiardino allegato, e arrotolarvici fuori dentro e sopra.

Ché poi chi lo sa se l’oggetto transizionale lo abbandoniamo mai davvero.

contributor
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.