Issues | Œ-Magazine

Di questi tempi lanciare un magazine è uno dei consigli nella top ten degli strateghi del marketing (il primo, ovviamente, è essere ben posizionati sui social media, il secondo stimolare la conversazione attorno al proprio brand). Avere un magazine è il modo più autorevole per dare profondità ad un marchio o ad un negozio oppure—per quanto riguarda le agenzie creative—farsi pubblicità. E se le aziende più lungimiranti e disposte a rischiare se ne sono accorte da anni ed hanno contribuito a rinnovare un settore spesso stagnante come quello dell’editoria con veri e propri “gioielli di carta” che rimangono tutt’ora tra gli esempi da seguire (parlo di realtà come Colors, che ha ben 22 anni di storia alle spalle; Acne Paper, fondato ormai otto anni fa dal marchio svedese di culto Acne; Illywords, che fa del virtuosismo grafico e cartotecnico—ogni numero è affidato agli studenti delle scuole di arte e design di tutto il mondo—il proprio punto di forza), i più si lanciano in corse dell’ultimo minuto, senza ascoltare vecchi adagi come la fretta è cattiva consigliera o la gatta frettolosa…

Ma tra chi si butta nell’editoria partendo da dietro scrivanie nate per tutt’altre mansioni ci sono pure gli showroom ed i distributori che gestiscono portfolio pieni di marchi da piazzare nei negozi e sulla stampa. E ne Œ-Magazine è un ottimo esempio.
Dedicato alla promozione della moda e dei giovani fashion designer di base a Berlino, Œ-Magazine è un semestrale fondato dall’agenzia di comunicazione e showroom Arne Eberle, in collaborazione con lo studio creativo Maven e la direzione editoriale dello stylist Rainer Metz.

Arrivato al quinto numero, il bel semestrale tedesco è in vendita online (nonostante una buona distribuzione a livello internazionale, in Italia non arriva).

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.