Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

EffeSette Longboards

Le EffeSette Longboards nascono dalle mani di Fabiano “Baggi” Ferretti, un ragazzo di 29 anni di Storo (Tn) che proviene da una famiglia di artigiani, il bisnonno era falegname come lui.

Fabiano è sempre stato amante degli sport da tavola come windsurf e lo snowboard, nel 2010 decide di costruirsi una tavola per surfare su strada, senza sapere esattamente quello che faceva. Ignorava completamente l’esistenza dei longboard, quindi si è costruito una tavola con la forma di un surf e ci ha montato sotto un paio di truck da skate. Così è iniziata la sua avventura.

Partendo con il presupposto che io non ne capisco un acca di longboards, vi lascio ad una breve spiegazione che Gabriele Rivoli, amico di Fabiano (si sono conosciuti per caso in Slovenia un paio di anni fa, dopo che Gabriele ha fatto una rovinosa caduta con una tavola – braccio rotto, mento e sopracciglio aperti, e cinque denti spaccati) e videomaker del video che potete vedere qui sotto, mi scrive:

Il piede posteriore nel longboard, a differenza dello skateboard, non è il piede d’appoggio perché serve a far partire gli slide e i drift, quindi è sempre in movimento e una superficie relativamente piccola ne aiuta la mobilità, oltretutto sui lati ci sono quelli che in gergo si chiamano gas pedals che sono delle smussature particolari sul bordo della tavola e che servono a spingere la tavola in drift. Tutte le tavole Effesette sono in multistrato di betulla, sono incollate con una colla speciale che serve per l’incollaggio delle parti dei serramenti esterni, non hanno flex assolutamente per migliorarne la stabilità. Insomma le tavole Effesette sono a tutti gli effetti pezzi di design, progetti dettati da utilizzi specifici, non gadget da riders della domenica. Questo ragionamento è quello che stava un po’ alla base dei Z-boys e lo Zephyr team degli anni settanta, tavole disegnate e costruite da chi le tavole le usa davvero.

Mi spiega inoltre che Fabiano produce essenzialmente tre tavole (Zeppelin, Twin e Stauer), e che nel video da lui girato voleva dare giustizia al lavoro artigianale dell’amico ma anche alla “poetica che difficilmente viene fuori, e che è parte integrante della discesa in tavola. Non c’è solo la paura di cadere o di schiantarsi, si crea un rapporto con l’aria attorno a se stessi e l’asfalto sotto che è fortissimo: l’aria diventa liquida e la si sente scivolare addosso così come l’asfalto che scivola silenzioso sotto le ruote“.

Non posso far altro che inchinarmi di fronte a tale amore e impegno, per uno sport, troppo estremo per i miei gusti e lontano dalle mie corde (non ho ne il fisico ne l’età per poterlo praticare – inoltre mi manca pure il coraggio), duro e impegnativo come quello che Fabiano e gli altri suoi amici praticano con tanta dedizione a cavallo delle EffeSette Longboards.

La musica del video è composta da Rocco Grandese.

co-fondatrice e caporedattrice
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.