C’è primavera e primavera. Quella che la rondine non fa. Quella degli involtini. Quelle di Vivaldi e del Botticelli. Quella di Praga. Che fretta c’era, maledetta primavera. La primavera araba. E quella delle squadre di calcio. O la primavera dei popoli, quando si dice fare un quarantotto. La cosa fondamentale comunque è farsi trovare pronti, quando arriva, ché «è primavera / svegliatevi bambine / alle cascine, messere Aprile fa il rubacuor».

I rivoluzionari francesi, nella loro meravigliosa, razionale ed anticristiana riforma del calendario (la quale purtroppo non ebbe successo come la riorganizzazione dei pesi e delle misure, che invece portò all’odierno sistema metrico), ai mesi diedero nomi dall’immediato richiamo agricolo e metereologico e inequivocabilmente descrittivi: Nevoso, Piovoso, Ventoso, Germile… E Fiorile, appunto, a cavallo tra i nostri aprile e maggio, quando la natura si risveglia e dopo i rigori dell’inverno sbocciano i fiori e si rallegrano gli animi.

Da quell’utopico mese prende il nome questo nuovo marchio—un instant brand monoprodotto che realizza corone di fiori in tessuto, assemblate pezzo per pezzo e ciascuna differente dall’altra.

Cinque modelli dai nomi di donna—Livia, Elisabetta, Chiara, Gina e Alfredina—che si possono acquistare direttamente online, da indossare con animo rivoluzionario giacobino (o panteistico-fricchettone, o esoterico-politeista) in opposizione ai rigurgiti neo-confessionali dei nostri tempi.
Mettersi una corona Fiorile in testa in pratica è un messaggio, che dice più o meno questo: fanculo Pentecoste Aprile e Maggio / pretacci miei questo è un boicotaggio / e i fiori sapete che faccio? / li tengo in testa almeno fino al Vendemmiaio / che onorerò con spirito gioviale e gaio / un calice di vino in mano, in attesa del Brumaio.

foto Annacarla Granata

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.