Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Save the date | Trolleyology

Gigi in Venice whilst making the book Agent Orange, Philip Jones Griffiths, 2003

La vigilia di Natale dello scorso anno, a Londra, si è spento uno dei più incredibili personaggi dell’editoria d’arte a livello internazionale.
Si chiamava Gigi Giannuzzi ed era conosciuto soprattutto per la Trolley Books, casa editrice specializzata in reportage fotografici ed arte contemporanea che Giannuzzi aveva fondato nel settembre 2001, vestito con un abito di velluto rosso e un trolley (da qui il nome) pieno di libri in mano, riuscendo in brevissimo tempo a renderla molto più che un semplice nome sulla copertina e sulla costola di un libro, ma un vero e proprio marchio di qualità, riconosciuto universalmente come tale grazie soprattutto alle sue coraggiose pubblicazioni.

Ovunque ci fosse una guerra o una situazione estrema e complessa—come può esserlo il post-Chernobyl o la situazione dei rifugiati a Londra—ed un fotografo disposto a raccontare per immagini la storia nel momento stesso in cui essa si svolge, era (ed è ancora) la Trolley Books la casa editrice giusta a cui affidare la pubblicazione.

Negli ultimi tempi la Trolley Books stava lavorando su un volume celebrativo, Trolleyology, per fare il punto sui primi dieci anni della casa editrice.

Gigi in the Blue Grotto with Light, Capri, Nan Goldin, 1997

Ma poco dopo l’inizio dei lavori a Giannuzzi viene diagnosticato un cancro al pancreas, che se lo porta via in pochi mesi, nonostante una poderosa campagna di aiuti per finanziare attraverso un sito, Situation Gigi, ed un’asta benefica le cure, con l’appoggio di personaggi come Patti Smith, Nan Goldin, Cindy Sherman, Damien Hirst e tantissimi altri artisti, tutti sinceri amici di Giannuzzi.

Oggi però il libro, anche grazie ad una campagna di crowd-funding, finalmente è uscito e proprio questa sera verrà presentato a Venezia nell’ambito della vernice de La Biennale, in collaborazione con Spazio Punch, partner dell’evento.

QUANDO: 28 maggio 2013 | 20,00 – 0,00
DOVE: Serra dei Giardini | v.le Giuseppe Garibaldi 1254, Venezia | mappa | facebook

Delta Nigeria - The rape of paradise, George Osodi
God forgotten face, Robin Maddock
Homeland, Nina Berman
Recollections, Philip Jones Griffiths
The only house left standing, Tom Hurndall
Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.