Save the date | Mémoires d’un doudou

Da bambino, come molti, usavo il ciuccio. Però mai soltanto uno alla volta. Oltre a quello in bocca ne tenevo anche uno in mano. Sempre. Così se cadeva quello in bocca potevo rimpiazzarlo immediatamente. E non mi fermavo mica lì. Ne avevo anche uno in tasca—sai, per sicurezza—e capitava, mi raccontavano i miei, di vedermi andare in giro con tutti e tre alla volta, in un tripudio di ciucciante auto-conforto.

Il ciuccio, dunque, era decisamente il mio doudou, così chiamano i francesi—che nel linguaggio famigliare riescono a sfornare parole ed espressioni d’invidiabile grazia, ironia, ritmo e sonorità—quell’oggetto che per i bambini diventa una sorta di surrogato di mamma e papà, o meglio delle loro coccole. La classica “coperta di Linus” che può prendere la forma di qualunque cosa, sia studiata all’uopo come peluche e bambole di pezza, sia improvvisata come una vecchia maglia o appunto una coperta (mia cugina ne aveva una, che consumava tra pollice e indice al momento del bisogno).

In italiano non c’è una parola corrispondente ma poco male, il francese rende benissimo l’idea. E se questo non bastasse ci penseranno 16 illustratori ad immortalare, ciascuno con il proprio stile, il doudou—anzi, il loro doudou—in una collettiva che inaugura stasera presso eLaSTiCo, a Bologna: Mémoires d’un doudou.

Ciascun artista si è prima fatto il proprio “autoritratto con doudou”, per poi descrivere quel ricordo d’infanzia con una—e una sola—frase. La curatrice, Francesca Cappellini, ha poi raccolto tutte e 16 le frasi e le ha ridistribuite tra gli illustratori che si sono dunque messi all’opera realizzando pure un ritratto del doudou di qualcun altro, in un intreccio d’infanzia e ricordi e visioni e ciucci e peluche.

Gli autori che partecipano alla mostra sono: Aurora Cacciapuoti, Sarah Mazzetti, Bianca Bagnarelli, Giada Fiorindi, Marta Muschietti, Francesca Ferri, Ilaria Boscia, Nicola Giorgio, Fabrice Beau, Marta Iorio, Daniela Tieni, Umberto Mischi, Francesca Capellini, Sara Gavioli, Giulia Sagramola ed Emanuele Rosso.

QUANDO: 25 marzo 2013 | 19,00
DOVE: eLaSTiCo | vicolo De’ Facchini 2/A, Bologna | mappa | facebook

Altre storie
Flickr/Week(r) | Natura astratta