Partecipa al Booktober. Dal 1º al 31 ottobre.

Anonymous Press

Un generatore automatico di fanzines — quale Anonymous Press effettivamente è — sembra una contraddizione in termini. Abituati ad edizioni limitate, numerate, firmate, “impreziosite” da una vasta gamma di interventi in post-produzione (dai punkeggianti pezzi di nastro isolante agli ancor più punkeggianti scaracchi), sapere che c’è un servizio online che automaticamente crea, impagina, pubblica ed eventualmente stampa una fanzine mette in crisi l’idea odierna di fanzine come sinonimo di unicità o giù di lì.

Ma non dimentichiamo che se fino agli anni ’60/70 le fanze venivano prodotte a mano o comunque utilizzando tecniche che permettevano un ridottissimo numero di copie — poligrafo, xilografia, macchina da scrivere — la prima età dell’oro (fine anni ’70/80; ora stiamo vivendo la seconda) si ebbe solo dopo l’avvento del ciclostile e soprattutto della fotocopiatrice, della quale Anonymous Press è, in sostanza, una sorta di aggiornamento dell’era web, che dunque fa leva sul minimo intervento umano o sulla massima riproducibilità.

Come funziona Anonymous Press?
In pratica basta inserire in un form una chiave di ricerca ed il sito, collegandosi con Google Immagini, semplicemente seleziona alcuni dei risultati della ricerca, li impagina in base a strutture pre-ordinate (credo in parte casuali) e li pubblica sulla homepage, che diventa una libreria potenzialmente infinita dove andare a pescare o ripescare le fanzine realizzate da sconosciuti in tutto il mondo, con la possibilità di farsele stampare on demand per soli 3$.

Il risultato è incredibile. Concettualmente si tratta di un produttore automatico di meme (dunque in quanto tale neutro: un puro e semplice strumento) che necessita di un solo input — la chiave di ricerca — grazie al quale produrre risultati che, in base al grado di malizia di colui che innesca il processo scrivendo parole nel form e premendo invio, possono andare dal satirico al surreale, dall’ossessivo compulsivo al pornografico, dal politicamente scorretto al diffamante.
Un esempio? Ho inserito Berlusconi fa le corna ed è uscito questo.

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (0)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.