Se pensate che Torino sia una città dormitorio grigia e decadente, beh siete decisamente fuori strada: in qualsiasi periodo dell’anno vi troviate a passeggiare tra le eleganti strade che furono dei Savoia, non potrete che rendervi conto di quanto la città sia viva e dinamica, dalle prime luci della mattina fino a notte inoltrata.
Se vi trovate poi a Torino nel periodo natalizio allora potete dire, senza indugi, di aver vinto una lotteria trovandovi nel bel mezzo di Natale a Torino: dal 1 dicembre al 13 gennaio, infatti, il Comune di Torino ha deciso di vestire la città a festa per celebrare il periodo natalizio, offrendo ai cittadini ed ai turisti un ricchissimo programma di eventi e attività tali da rendere il capoluogo piemontese una imperdibile meta per celebrare il Natale.

Dopo i due giorni organizzati dall’Assessorato alla Cultura ed al Turismo del Comune di Torino, chi scrive ha avuto modo di trovare diversi indizi per cui una visita alla città in questo periodo valga davvero la pena, con la tipica generosità natalizia eccoli di seguito condivisi:

Indizio #1 – Passeggiare tra Arte&Cultura

Come dire “se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto”, le strade del centro in questi mesi sono un grande museo all’aperto grazie al progetto “Luci d’Artista”, dove importanti nomi dell’arte contemporanea (Daniel Buren o Rebeecca Horn ad esempio) hanno progettato le bellissime installazioni luminose al posto delle classiche luminarie natalizie, per passeggiate da torcicollo e naso all’insù.

Per chi fosse appassionato di Degas, invece, imperdibile è la mostra con i capolavori dell’artista in prestito dal Museo d’Orsay che sarà aperta fino al 27 Gennaio.

Una visita alle Cucine Reali di Palazzo Reale può invece essere un bella trovata per gli appassionati di cucina che, oltre a proteggersi dal freddo torinese per qualche ora, potranno fingersi cuochi della tavola del Re immedesimandosi nelle suggestive sale piene di utensili e fornelli.

Indizio #2 – Shopping mon amour

Che Torino sia una delle capitali italiane per gli acquisti di moda e design non c’è dubbio, tuttavia in questo periodo dell’anno i maniaci delle decorazioni natalizie e degli alberi di Natale all’ultimo grido troveranno come sfogare i loro impulsi da decoratori seriali: basterà entrare nella cesteria Barbieri per scoprire un mondo di addobbi natalizi luccicanti e sfavillanti, dove il rischio di spendere ben più della tredicesima è dietro l’angolo tanti saranno gli articoli desiderati.

Sempre in tema di addobbi, nella Galleria Subalpina, c’è il flower designer Marco Segantin che realizza splendide decorazioni floreali per abbellire casa in vista del Natale… con un po’ di fortuna potreste addirittura incappare in un corso di ghirlande natalizie come è capitato a chi scrive ed essere inebriati dai profumi di frutta secca e frutta candita che vengono utilizzati come decori.

Indizio #3 – A tutto Cibo

Dopo tanto passeggiare anche lo stomaco vorrà la sua parte e Torino sotto questo profilo darà ben più che “pan per i suoi denti” al vostro stomaco: dolce, salato o enologico il vostro Natale torinese sarà di sicuro gusto.

Che iniziate con un’ottima battuta di Fassona piemontese (non chiamatela tartare!), un risotto al Carema o un “torinesissimo” zabaione, non potrete ripartire dalla città senza aver bevuto un bicchiere di barolo, mangiato una coppa di pangelato (gelato di crema arricchito da panettone stracciato) dallo storico Pepino e provveduto ad una importante provvista di gianduiotti e cremini da Guido Gobino.

Amate il cake-design? Allora i cupcakes sfornati da Claudia Lotta saranno un piacere per gli occhi e per il palato, oltre che ripagarvi delle calorie spese per passeggiare fino al laboratorio.

Indizio #4 – Bimbi è Natale!

C’è chi sostiene che il Natale sia la festa dei bambini (anche di certi bambini un po’ cresciuti aggiungo io), sicuramente a Torino devono pensarla così: trenini per brevi gite turistiche della città pensate per le famiglie, pista di pattinaggio sul ghiaccio con animazione, spettacoli ed intrattenimento; un gigantesco calendario dell’avvento le cui finestrelle sono aperte ogni giorno dai Vigili del Fuoco ed il Vertigo Cirque Carillon, un suggestivo spettacolo di acrobati e ginnasti sospesi nel vuoto a Piazza Castello, tra luci e nastri colorati.

Indizio #5 – Torino: semplicemente irresistibile.

Foto di Andrea Sponzilli