fbpx
0012

On and On | FW2012/13

0012

Una delle mie più grandi attitudini è parlare.
Anzi, più che parlare, è quella di far domande di ogni genere a sconosciuti di ogni genere, e se mi trovo in uno di quei pub in cui i tavoli son vicini e la musica non è tanto alta la mia capacità di limitarmi in tal pratica è pari a zero.
Mi affascina tanto, tantissimo, conoscere le storie delle persone e non riesco proprio a farne a meno (sapendo che prima o poi qualcuno mi manderà a cagare) questa è la verità.
Tutto questo per dire che ho provato e riprovato ad avere informazioni in più su Silvia di Grazia e sul suo brand On and On (del quale abbiamo parlato qui), ma niente, ho fallito.
Così mi tocca far tutto da sola, perché il sito è in fase di aggiornamento e le mie mail saranno finite in quel buco nero del web che tutto si risucchia lasciandoti lì, triste, disperato, senza risposte (sto scherzando).

In ogni caso, la collezione FW2012/13 a me ricorda il vin brulé che si beve durante l’apertura delle piste, quando non c’è ancora tanta neve ma ci si lancia comunque giù per ripide discese con delle palette di plastica (perché noi il tanto agognato snow non lo sappiamo mica usare, e poi ci accontentiamo con pochissimo) e mi viene da descriverla così perché, probabilmente, in quella situazione avrei voluto indossare i leggings color terra bruciata con il soprabito grigio asimmetrico, oppure il vestito arancione con inserti neri sui fianchi, o, ancora, la camicia lucente col soprabito color cammello stretto in vita.

I colori di questa collezione volgono sul terra bruciata, che si trasforma in arancione, che diventa marrone e che, infine, sfocia nel beige. Troviamo, però, anche il nero e il grigio che si propagano sugli abiti, sui maglioni composti da pattern differenti, sulle camice lucenti e sui soprabiti caldi.
Che in montagna, si sa, non basta solo il vin brulé per riscaldarti.

contributor

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
charles martin rawpixel 9
Tesori d’archivio: le illustrazioni di moda di fine ‘800 / inizio ‘900