Gianni Serra | SS2013

Ti sembra quasi di vederlo, Gianni Serra, mentre spalanca i vetri dello studio e fa entrare la luce, spostando il foglio man mano che il sole prosegue il suo cammino, lasciando disegnare i fasci luminosi che s’allungano sul suo tavolo da lavoro, andando a tracciare le linee pulite di una tuta modernista e svelandone le trasparenze, di tanto in tanto buttando un occhio a est, verso correnti d’aria fresca che arrivano da oriente a giocare coi volumi, soffiando dentro a gonne e pantaloni, mentre le t-shirts paiono prendere il volo. E poi di notte, nel silenzio, guardar le stelle e provare a immaginarle che s’accendono su un abito da sera.

Tra i nomi più promettenti del nuovo made in Italy, Gianni Serra è riuscito a sintetizzare, per la primavera/estate 2013, la razionalità costruttivista e le sperimentazioni con la luce dell’impressionismo, proseguendo con coerenza il suo cammino verso (e attraverso) la semplicità, esplorandone tutte le sfumature, dall’austerità alla leggerezza e liberandosi, collezione dopo collezione, di ogni orpello non strettamente necessario a definire la sua idea di donna contemporanea.

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (2)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.