Bottega Veneta eau de parfum Murano Bottle

Negli scorsi mesi abbiamo avuto la possibilità di raccontarvi passo passo la nascita della prima fragranza di Bottega Veneta, abbiamo condiviso con voi i video di Bruce Weber e Christian Weber, vi ho raccontato le mie impressioni dopo aver annusato per la prima volta la fragranza. Oggi, grazie alle generosità di Bottega Veneta Parfum, che me ne ha spedito un bellissimo esemplare, vi voglio parlare dell’edizione limitata di questo profumo: il flacone di Murano.

Progettato da Tomas Maier in persona, questo flacone è realizzato da maestri vetrai di Murano, soffiato a mano, in una delle vetrerie più note dell’isola di Murano, utilizzando una qualità di vetro molto pregiata.
Il motivo intrecciato, che era già presente in ogni bottiglia di questo profumo, è inciso alla base utilizzando una speciale tecnica a fustellatura e il logo di Bottega Veneta è sabbiato sul lato. Anche qui collo è circondato da un nastro di cuoio fissato con un sigillo a farfalla in ottone anticato. Per finire l’essenza, che con il passare del tempo ho imparato ad usare nelle serate in cui mi sento particolarmente femminile e bon ton, qui si arricchisce dei toni ambra tipici del vetro di Murano.

Un oggetto sofisticato e senza tempo, a cui Bottega Veneta ha voluto regalare un utilizzo molto pratico e contemporaneo, è l’espressione della qualità artigianale di Bottega Veneta.

photos Simone Sbarbati

co-fondatrice e caporedattrice

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla