Pitti | Phonz Says Black preview

Una serata a cena con i ragazzi di Phonz Says Black, i loro amici, gli amici comuni, un cameriere troppo parco con il vino (vista la tavolata non poteva esserci cameriere peggiore, anche perché c’era una serissima gara etilica in corso, poi finita non si sa come, il che è sempre un bel segno, tra il sottoscritto ed i veronesi di Button Noise), poi un locale strapieno di pazzi per il loro party fiorentino, con tanto di sala fumatori fantasma che non si sa come ha inghiottito uno dei bottoni del mio cardigan, mentre il mio compagno di baldorie finiva la serata incastrato dentro ad un divano letto e l’appartamento preso in affitto diventava dimora di spiriti che spostano borse e ti mettono sotto le coperte quando sei troppo in là con l’immaginazione per farlo da solo.

Pazienza (per il bottone): la prossima volta metto la giacca, magari proprio uno dei loro blazers, capo icona che dalle prime collezioni si sta trasformando in un vero e proprio manifesto e che per l’autunno/inverno 2012/13 fa il pieno di anni ’90, tra pelosi animalier, fantasie stile poncho, pesantezze in denim con revers ed interno in pelo e modelli (piumino e non) stampati.
Di sicuro la migliore collezione Phonz Says Black uscita fino ad oggi.

photos Simone Sbarbati

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (1)

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.