Levius | FW2011/12

Se vai a Venezia metti pure in conto che prima o poi una parte di te chiederà pietà: non gli occhi, magari dopo aver visto il film della Bellucci alla Mostra del Cinema, né i neuroni affaticati cercando di star dietro ai ghirigori di banalità spacciati per concettualità alla Biennale, e neppure il naso, ché si sa che una calle che puzza di piscio di almeno quattro specie animali diverse è sempre dietro l’angolo.
No, a chieder pietà saranno i tuoi piedi.
A Venezia si cammina, e lo sanno bene quelli di Levius, nuovissimo marchio nato sotto l’ombra della Basilica di San Marco che ha appena presentato la sua prima collezione di sneakers/non-sneakers, disponibili in tre modelli.

p.s.
no, a dispetto del logo-goccia, non puoi ancora camminarci sulle acque

co-fondatore e direttore

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
LenzuoLino: la riscoperta di un “nuovo” antico lino passa per un corredino da culla