7am | Fortuna Todisco

7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, ad illustratori che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Fortuna Todisco.

Ciao Fortuna, di dove sei, quanti anni hai e da quanto fai l’illustratrice?
Ciao! Sono nata a Bari 26 anni fa; vivo a Milano e disegno da quando le mie mani misuravano circa 10 cm.

Matita o penna grafica?
Disegno con la penna grafica, a mano libera ma in digitale: in questo momento è la tecnica che preferisco.

Cosa fai quando non disegni?
Penso a cosa disegnare, visito città diverse dalla mia, guardo i disegni che fanno gli altri e cerco di ridere spesso.

Cosa c’è sulla tua scrivania?
In questo momento: una lampada da riparare, uno smalto fucsia, un piccolo manichino di legno e un posacenere a forma di zoccolo di cavallo… oltre al computer e alla tavoletta grafica.

Un disegno pesa quanto…
21 grammi?

Un libro di cui vorresti illustrare la copertina e un film di cui vorresti fare il poster.
“Il bar sotto il mare” di Stefano Benni e “La città delle donne” di Federico Fellini.

Un illustratore o un’illustratrice che mi consiglieresti?
Mi piace molto Ester Grossi, ne ammiro la sinteticità e l’abilità di ritrarre le espressioni degli stati d’animo.

co-fondatore e direttore
Mostra Commenti (2)
  1. La natura barese della ragazza si vede, si annusa e quasi si mangia. Notare il capitone natalizio fatto a spiedini intervallati da foglie di alloro. Proprio come quelli di mia nonna.

    Brà!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.