fbpx
bark

Bark | FW2011/12

bark

Il montgomery è uno dei quei capi cari alla mamma. O almeno io l’ho sempre immaginato così.
(Per la comunione, per il matrimonio della zia, per la gita delle elementari all’azienda agricola del paese) mettiti il montgomery!
Quindi posso dire che il montgomery mi è antipatico. Ma gli alamari no. Gli alamari sono buffi e anche un po’ arroganti: non hanno bisogno di nascondersi come certe zip, loro, né di essere colorati come i bottoni; gli alamari sono lì belli in vista, facili da allacciare anche con una mano sola.

Onore al merito di Bark, dunque, marchio made in Italy che con la sua prima collezione di capispalla prova (e ci riesce) a rinnovare l’immagine di questo classico, rassicurante capo invernale d’origine marinaresca, proponendolo in maglia e in tantissime colorazioni per lui e per lei.

co-fondatore e direttore
  1. Grande Simone. ho visto il montgomery su Vogue del mese scorso e mi ha colpito l'ADV.

    Effettivamente da piccoli ci scocciava mettere il montgomery. Ma questo è veramente figo.

    Conosci i prezzi?

    saluti

    P

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altre storie
giulia tamburini gioielli giona 1
Le Cartoline Gioiello nate dalla collaborazione tra la designer Giulia Tamburini e il disegnatore Ettore Tripodi