7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, ad illustratori che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire. Oggi è la volta di Gianluca Folì.

Ciao Gianluca, di dove sei, quanti anni hai e da quanto fai l’illustratore?
Ciao. Dico sempre che sono di Roma ma in realtà sono nato a Marino, un ridente paese dei Castelli Romani. Ho 32 anni e faccio l’illustratore dall’età di 5 anni, quando disegnavo ovunque sulle pareti di casa.

Matita o penna grafica (che materiali usi per il tuo lavoro)?
Sempre prima la matita. Devo avere contatto con lo strumento ed il supporto. Non è poi così differente dalla penna grafica, è solo una questione di sensazione, quel che rimane a fine lavoro.
Insieme alla matita ci metto sempre Ecoline, acquerelli Winsor&Newton, pastelli Derwent, acrilici ed inchiostro Liquitex. Mi sembra la ricetta di un piatto perfetto :)

Cosa fai quando non disegni?
Perché c’è dell’altro? Scherzi a parte, mi piace passeggiare con il mio cane nei parchi, guardare le vetrine dei negozi di belle arti, godermi una bella giornata di sole e tramontana. Mi godo la vita e lascio che entrando posi qualche bella sensazione che finirà sul foglio.

Cosa c’è sulla tua scrivania?
Oggi non è giornata, ho appena finito una tavola quindi c’è di tutto. Ci provo.
36 pastelli, un paio di matite, un temperino, 2 punte da pennino, fogli di carta e pezzetti di scottex, 3 ciotole con acqua sporca, un tappo per aerografo e… un buco.

Un disegno pesa quanto…
3gr.

Un libro di cui vorresti illustrare la copertina e un film di cui vorresti fare il poster.
“Oceano Mare” di Alessandro Baricco, perché mi ricorda l’amore silente e non consumato.
“H/H” e “Il corpo sa tutto” di Banana Yoshimoto, perché hanno piccole verità fra le righe.
“Lost in Traslation” di Sofia Coppola perché ho sempre nostalgia di un luogo mai visto..

Un illustratore o un’illustratrice che mi consiglieresti?
Mi vengono in mente Phil Giordano, Cristiana Valentini, Bombo!, Giacomo Nanni, Flavia Sorrentino, Rita Petruccioli, Davide Longaretti per citare i più bravi che mi vengono in mente.

Un messaggio

Frizzifrizzi è sempre stato e sempre rimarrà gratuito. Si tratta di un progetto realizzato ogni giorno con amore e con impegno. La volontà è di continuare a farlo cercando di tenere al minimo la pubblicità. Per questo ti chiediamo una mano — se vorrai — con una piccola donazione. Potrai farla su PayPal.

GRAZIE DI CUORE.