7am | Alice Garbocci

7 foto e 7 domande, alle 7 di mattina, a fotografi che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Alice Garbocci.

Ciao Alice, quanti anni hai e di dove sei? Da quanto scatti foto?
Ho 27 anni sono nata a Viareggio (Toscana), ho vissuto a Milano per diversi anni e da un annetto mi sono trasferita a Como.
Ho ricevuto in regalo la prima polaroid agli inizi degli anni ’90… poi ho smesso e ricominciato un paio d’anni fa.

La tua attrezzatura?
Tutto analogico tranne una piccola VistaQuest 1015.
Ho un po’ di tutto perché vado tantissimo a periodi.
35 mm: Canon A-1, Holga, SuperSampler.
120 mm: Adox Golf, Holga 120, Holga Pinhole.
Polaroid: sx-70 (x2), Polaroid Land camera 100, polaroid 600 e 600 spirit, polaroid 1000, Polaroid 600 SE, Spectra.
Grande formato: un banco ottico 4×5 in costruzione.

Cosa fai quando non fai foto?
Aspetto la primavera, lavoro, leggo, ascolto musica, vado in giro con la mia camiona, disegno e chiacchiero perlopiù con Diana (amica e coinquilina).

Descrivimi la tua stanza.
Un enorme nido pieno di tutto e spesso occupato da Woody e Margot, i bassotti di casa.

La tua macchina fotografica pesa quanto…
Una? Quando mai ne porto una sola? Minimo 3.

Se il tuo immaginario fosse un film? O un libro?
Cesare Pavese: Verrà la morte e avrà i tuoi occhi.

Un fotografo/a che mi consigli di tener d’occhio?
Carmen Palermo.

Altre storie
Vuoto: un nuovo progetto editoriale sulla città che cambia