7am | Fulvia Monguzzi

7 opere e 7 domande, alle 7 di mattina, ad illustratori che si svegliano presto o non sono ancora andati a dormire.
Oggi è la volta di Fulvia Monguzzi.

Ciao Fulvia, di dove sei, quanti anni hai e da quanto fai l’illustratrice?
Sono di Desio(lazione) una graziosa cittadina in provincia di Milano.
Ho 25 anni, da 5 faccio l’illustratrice ma non ho ricordi che non siano collegati al disegno.

Matita o penna grafica (che materiali usi per il tuo lavoro)?
Carta colla matite e quello che trovo intorno a me.



Cosa fai quando non disegni?

Quando non disegno cammino, leggo, fumo, faccio foto, sto con la nonna, prendo e perdo treni, preparo caffè, do da mangiare ai piccioni.

Cosa c’è sulla tua scrivania?
Un ammasso di fogli e ritagli, posacenere e sigarette, due bicchieri che contengono matite pennelli… un piccolo cervo in plastica con sguardo assente.

Un disegno pesa quanto…
Pesa come un colpo di tosse.

Un libro di cui vorresti illustrare la copertina e un film di cui vorresti fare il poster.
La metafisica dei tubi di Amélie Nothomb.
Gatto nero e gatto bianco di Emir Kusturica.

Un illustratore o un’illustratrice italiana che mi consiglieresti?
Ruggero Asnago perchè è uno squat dei sentimenti.

Altre storie
Fare i conti col proprio passato: “Heimat” di Nora Krug